Scritto Luned́ 16 aprile 2018 alle 15:14

Cremella: letture per bambini in biblioteca coi volontari di 'Raccontiamo l'adozione'

Mattinata di libri e racconti quella svoltasi sabato 14 aprile presso la biblioteca comunale di Cremella, dove bambini e genitori si sono ritrovati per condividere insieme un momento dedicato alla lettura e al gioco, alla presenza dei referenti di Raccontiamo l'Adozione. L'iniziativa rientra nel ciclo de "I racconti del sabato" e prevede la lettura ad alta voce per bambini di qualsiasi fascia d'età su svariati temi che cambiano ad ogni incontro, ad opera delle volontarie della biblioteca. La mattinata di sabato ha visto protagoniste proprio alcune mamme e membri dell'associazione, attiva ufficialmente dal 2004 sul territorio di Lecco come gruppo di sostegno, ascolto e coinvolgimento per tutte le famiglie che si trovano nella fase precedente e successiva all'adozione.

Le volontarie intervenute sabato mattina in biblioteca con l'assessore Cristina Brusadelli (prima a sinistra)

I bambini presenti sono stati infatti sollecitati su questo tema grazie alla lettura di alcuni libri scritti appositamente per poter avvicinare anche ai più piccoli ad una realtà così delicata e importante, della quale si può fare esperienza tutti i giorni. Titoli dei libri scelti per l'iniziativa sono stati per esempio "Il regalo più bello del mondo", "C'era una mamma e un papà", "Mi piaci così" e tanti altri, i quali hanno toccato con toni semplici e positivi le dinamiche legate al trasferimento in una famiglia nuova e il processo di ambientamento da parte di un bambino che si trova in una realtà diversa con cui dover fare i conti, una situazione che naturalmente stimola molte domande da parte del piccolo, talvolta insolite e buffe per chi in questo nuovo mondo è da sempre inserito. I bambini sono stati continuamente coinvolti nella lettura grazie alla spinta delle volontarie che hanno interagito fin da subito con loro, mostrando le immagini delle storie che raccontavano, facendo toccare i materiali di alcune pagine particolari e facendo domande anche sulle esperienze personali dei bimbi per incuriosire ulteriormente. Per quanto riguarda le attività dell'associazione invece, si tratta di un gruppo allargato di volontari che riunisce famiglie adottive e tutti coloro che sono interessati all'esperienza dell'adozione con l'idea fondamentale di mettere al centro il bambino e le sue esigenze. "Le finalità del nostro gruppo sono molteplici, ma sicuramente una prerogativa importante è quella di offrire occasioni di confronto e sostegno per i genitori che decidono di intraprendere questo percorso, oltre a mettere a disposizione uno sportello di prima accoglienza e orientamento psicologico per le fasi più delicate dell'adozione. Centrali in questa direzione sono tutte le attività che vengono organizzate al fine di favorire compattezza e unità all'interno dell'associazione, come ad esempio le diverse serata a tema organizzate sul territorio, corsi e percorsi formativi per le coppie e per i nonni, momenti ricreativi per le famiglie, feste e gite che sono sempre una preziosa occasione per rinsaldare questa rete di aiuti e appoggi che rendono l'adozione un'esperienza arricchente e profonda. Obiettivo ultimo di questi eventi è di rendere l'incontro con il diverso un'opportunità per capire meglio anche se stessi e soprattutto per attenuare la paura e il timore di affrontare una realtà che non si conosce a priori" sono state le parole di una delle volontarie presenti sabato mattina. I bambini hanno quindi potuto entrare in contatto con questo tema attraverso le storie dei personaggi che gli sono stati proposti.
Al termine della mattinata sono seguiti i ringraziamenti a Raccontiamo l'Adozione per aver reso possibile questo progetto solidale, in particolare alle volontarie presenti, Luciana, Viviana, Alessia, Tiziana e Francesca che si sono impegnate per animare le letture e avvicinare ai bambini ai temi di ogni libro. L'evento si è concluso quindi ribadendo, da parte delle volontarie, il messaggio fondamentale della onlus e la sua aspirazione a poter essere un punto di riferimento per le famiglie che sentono il bisogno di condividere un percorso di adozione, un cammino impegnativo, non facile ma sicuramente costruttivo, emozionante e stimolante sia a livello individuale che comunitario.
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco