Scritto Venerd́ 17 febbraio 2012 alle 18:13

Costa: istanza fallimentare presentata dal Comune a Rsi per 74000€ di tasse arretrate

Un’istanza di fallimento è stata presentata dal Comune di Costa Masnaga nei confronti della Rsi (Rail Service International Italia Spa), già destinataria lo scorso mese di novembre da un atto di ingiunzione fiscale per il mancato pagamento, da parte dell’azienda, di 74.507,16 euro relativi elle imposte Ici, Tarsu e alle utenze idriche dal 2008 al 2011.
A comunicarlo è stato quest’oggi il sindaco Umberto Bonacina, autorizzato dalla Giunta Comunale in data 28 dicembre 2011 a sottoscrivere gli atti necessari per l’avvio dell’istanza di fallimento.


Una vicenda che aggrava ulteriormente la posizione dell’azienda masnaghese, già oggetto di diverse ingiunzioni di pagamento avanzate nei giorni scorsi da operai e impiegati del polo produttivo di via IV Novembre.
http://www.casateonline.it/public/pub_immagini/2011/Settembre/Costa_bonacina.JPG
Umberto Bonacina
“Il 7 novembre avevamo emesso un atto di ingiunzione fiscale nei confronti di Rsi, per il pagamento di 74.507 euro comprensivi di sanzioni e interesse relativi all’ICI 2008-2010, alla tarsu 2009-2010 e all’acquedotto per l’anno 2011
– ha spiegato Bonacina – suddetto atto è stato notificato il 14 novembre dal Tribunale di Lecco e nei termini di legge Rsi non ha provveduto al pagamento né presentato opposizioni.
Essendo ormai divenuto definitivo tale atto, riteniamo di dover avviare le procedure esecutive per il recupero crediti sperando di poter recuperare almeno parzialmente il credito vantato da questo Comune. Ormai per riavere i nostri soldi non ci resta che percorrere questa strada”.

L’incarico di proporre e depositare presso il Tribunale di Lecco l’istanza di fallimento è stato affidato dalla Giunta masnaghese all’Avv. Francesca Rota di Lecco.
Nelle ultime settimane altre ingiunzioni di pagamento sono state formulate dai lavoratori dell’azienda, unitamente alle sigle sindacali che da tempo si battono fianco a fianco a dipendenti dell’azienda per garantire un futuro al polo produttivo di Costa Masnaga.
“Le ingiunzioni sono relative alle retribuzioni mancanti dei mesi di maggio e giugno 2011 – ci ha spiegato Diego Riva della Fiom Cgil – in aggiunta stiamo svolgendo una serie di controlli sulle trattenute sindacali che non ci sono state versate dall’azienda. Al momento, a differenza del Comune di Costa, siamo fermi alla procedura di ingiunzione: esauriti i termini di legge, qualora non venissero corrisposte ai lavoratori le somme dovute, potremo avanzare anche noi istanza di fallimento nei confronti di Rsi”.

http://www.casateonline.it/public/pub_immagini/2011/Gennaio/rsi1.jpg

A fronte di una situazione aziendale sempre più complessa, la Provincia di Lecco ha convocato per il 1° marzo un tavolo istituzionale per fare il punto della situazione insieme ad azienda e sigle sindacali.
Roberto Bonfatti
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco