Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 143.355.839
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 20/02/17

Lecco: V.Sora: 49 µg/mc
Merate: 35 µg/mc
Valmadrera: 41 µg/mc
Colico: 53 µg/mc
Moggio: 104 µg/mc
Scritto Sabato 10 dicembre 2016 alle 15:28

Cremella: 1600 podisti per la marcia ''Magnus Cursus Pomi''

A 46 anni dalla sua prima edizione, la corsa podistica a passo libero "Magnus cursus pomi" che si tiene l'8 dicembre a Cremella, è diventata ormai un'istituzione per corridori e non.

Un momento delle premiazioni alla presenza di don Giuseppe Scattolin e dell'assessore Cristina Brusadelli

Per assicurare un tranquillo svolgimento dei tre percorsi di 6, 12, 18 km infatti, si sono mobilitati tanti volontari con le mansioni più diverse: dal posizionamento dei cartelli lungo il giro alla preparazione di thè e biscotti per i corridori sia lungo il tragitto che, soprattutto, sul piazzale della chiesa del paese, punto di inizio e di termine per la manifestazione sportiva.


Un impegno e una sollecitudine sicuramente apprezzati dai 1600 corridori che, giovedì 8 dicembre, hanno preso parte alla "Magnus Cursus Pomi" con piena soddisfazione dei promotori. "Il bilancio anche quest'anno è sicuramente positivo. Nei giorni scorsi avevamo qualche dubbio sulla partecipazione ma, alla fine, complice anche il clima soleggiato, il numero di corridori della manifestazione è rimasto in linea con quello delle annate passate" ha commentato Martorati Fausto, presidente dell'Associazione Liberi Sportivi di Cremella che organizza la corsa fin dagli inizi. "Rimane sempre un momento importante della annuale "Festa di Pomm" di Cremella e da parte nostra vogliamo sempre evidenziare questo legame con un momento importante della comunità del paese, offrendo ai partecipanti una mela, simbolo della giornata".


Oltre alla mela i partecipanti che si sono iscritti per tempo alla gara dell'8 dicembre hanno ricevuto al termine della gara anche una serie di omaggi, dal cotechino a una confezione di lenticchie, gentilmente offerti dall'Associazione.


I percorsi segnati erano ben tre e permettevano di esplorare le campagne intorno a Cremella e dei paesi circostanti: "la maggior parte dei partecipanti ha scelto di percorrere quello più lungo che, dopo un giro nel Parco della Valletta, si riconnetteva al percorso di 12 km, attraversando il territorio di Cassago, Bulciago, Bulciaghetto, Verdegò con una tappa presso il santuario dei Morti dell'Avello fino al ritorno al punto iniziale. Il tempo medio di percorrenza era di circa un paio di ore".


Mentre gli ultimi ritardatari raggiungevano il traguardo, abbiamo incontrato anche Erminio Pirovano, membro dell'ALS e memoria storica della Magnus Cursus Pomi. "Insieme a altri ragazzi del paese, avevamo lanciato questa gara con l'obbiettivo di offrire anche l'8 dicembre un'alternativa alle solite attività: il gioco del calcio o le carte. Erano gli anni dell'austerity e delle prime domeniche a piedi e in una delle prime edizioni siamo andati addirittura alla stazione di Cassago e Renate a prendere i partecipanti. A quei tempi le corse d'inverno non erano comuni per niente e così la Magnus Cursus Pomi si è imposta come un appuntamento fisso tra gli appassionati".
A.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco