Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 175.935.721
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 12/05/18

Lecco: V.Sora: 110 µg/mc
Merate: 110 µg/mc
Valmadrera: 102 µg/mc
Colico: 86 µg/mc
Moggio: 116 µg/mc
Scritto Sabato 07 gennaio 2017 alle 12:42

Oggiono: con la Pro loco all'Epifania in scena il presepe vivente nella chiesa di S.Eufemia

Venerdì 6 gennaio la Pro loco di Oggiono ha messo in scena la tradizionale rappresentazione del presepe vivente, che si ripete da oltre vent'anni. L'evento ha preso il via nella chiesa parrocchiale di Sant'Eufemia alle ore 15, all'interno della funzione religiosa del bacio al Bambin Gesù.


L'idea nasce dalla comune volontà di realizzare un presepe vivente, inizialmente rappresentato la Vigilia di Natale e in seguito posticipato al giorno dell'Epifania, ritenuta occasione di maggiore coinvolgimento per i fedeli. Nonostante un timido inizio negli anni scorsi, oggi la rappresentazione attira molti visitatori, tanto da esaurire gli spazi a sedere in chiesa.


"Ogni anno rinnoviamo la tradizione con qualche novità -
ci ha spiegato il coordinatore e costumista Giorgio Magni - per esempio quest'anno ci sono molti più bambini che svolgono i ruoli assegnati. Per me è sempre bello poter realizzare questo evento e invito i genitori a partecipare numerosi con i loro figli".


La funzione religiosa si è aperta con l'entrata di tutti i figuranti che, con l'aiuto di tre narratrici, hanno abilmente inscenato la nascita di Gesù Bambino con l'offerta dei doni di Gaspare, Melchiorre e Baldassare: oro per omaggiare un nuovo re, incenso per onorare un nuovo sacerdote e Mirra quale segno di premonizione per l'avvenire.


A seguire durante la cerimonia sono state lette le parole tratte dai brani di vangelo e il parroco don Maurizio Mottadelli ha benedetto Gesù Bambino. A quel punto il coro dei piccoli cantori ha allietato i fedeli durante il bacio della statua, con suggestivi canti natalizi.


Ad attendere i fedeli al termine della cerimonia, pandoro, panettone e the caldo offerti dalla Pro loco all'esterno della parrocchiale.
Angelica Badoni
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco