Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 145.248.470
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 24/03/17

Lecco: V.Sora: 68 µg/mc
Merate: n.d. µg/mc
Valmadrera: 77 µg/mc
Colico: 42 µg/mc
Moggio: 98 µg/mc
Scritto Martedì 10 gennaio 2017 alle 15:07

I lettori segnalano: Bulciago, ancora pezzi di pericolosi calcinacci cadono dalla ciminiera

La torre dell'ex cementeria di Bulciago risulta sgombra da macerie. Le transenne in ferro, che isolavano l'area fino a qualche settimana fa, sono state rimosse.

Un particolare della ciminiera a ridosso della zona industriale tra Bulciago e Cassago


Tuttavia pare che continuino a cadere calcinacci dalla ciminiera, già messa in sicurezza nei mesi scorsi. È quanto riferisce Giuseppe Rusconi della "Top Car", azienda ubicata proprio a ridosso della torre, nella riqualificata zona industriale al confine
La ciminiera vista dal basso
con Cassago Brianza.
"La mia ditta è rimasta chiusa venerdì e sabato. Lunedì mattina siamo rientrati al lavoro e abbiamo subito notato nel parcheggio dei calcinacci e non di piccole dimensioni. Non abbiamo avuto modo di verificare se ci sono stati altri cedimenti, ma è certo che quella torre a mio avviso non è sicura. Sono stati messi dei pannelli edili con quattro viti, ma se queste cedono, il materiale si riversa sulla strada. In più avevano detto di aver posizionato un tappo in ferro in cima. In realtà è stato messo un telo che a mio parere, con l'acqua, il sole e le altre intemperie rischia di bucarsi. Sembra che sia stato fatto un lavoro tanto per tamponare una situazione pericolosa. Come volevasi dimostrare, non è cambiato nulla"
ha sottolineato l'imprenditore.
Preoccupato per lo stato di fatto, ieri mattina Rusconi ha inviato una mail di posta certificata (PEC) al sindaco di Bulciago, Luca Cattaneo. "Volevo metterlo al corrente della situazione e capire a chi bisogna effettivamente rivolgersi. Personalmente non so nemmeno chi sia il curatore. Ad ogni modo - ha infine aggiunto il titolare della "Top Car" - dagli atti risulta che il Comune di Bulciago avrebbe dovuto farsi carico della struttura già da sei anni. Se è vero che è stata messa in sicurezza, dopo la convenzione questa ciminiera non può più essere ignorata. I problemi persistono. Giovedì scorso ho notato anche dei bambini in bicicletta nell'area verde attorno alla torre. Lì non possono stare, ma non ci sono divieti o cartelli che effettivamente lo impediscono. Non è certo mio compito vietare alle persone di avvicinarsi alla ciminiera. La situazione è troppo pericolosa".

Lo spazio resta come di consueto a disposizione per chi volesse fornire eventuali contributi sul tema.
Articoli correlati:
23.12.2016 - Bulciago: imprenditore lamenta lo stato di pericolo della ciminiera. Il Comune replica
03.09.2016 - Bulciago: dal 5 all'11 strada chiusa per i lavori all'ex ciminiera
27.07.2016 - Bulciago: dal Comune, un’ordinanza per mettere in sicurezza la storica ciminiera
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco