Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 147.165.366
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 25/04/17

Lecco: V.Sora: 72 µg/mc
Merate: 83 µg/mc
Valmadrera: 84 µg/mc
Colico: 60 µg/mc
Moggio: 112 µg/mc
Scritto Martedì 10 gennaio 2017 alle 17:01

I lettori segnalano: Campofiorenzo, pianta pericolosa al confine con la mia abitazione

La pianta oggetto della segnalazione
e la proprietà della famiglia Villa
CLICCA PER INGRANDIRE
Una pianta dalle notevoli dimensioni quella situata ai margini di Via della Somaglia, a Campofiorenzo di Casatenovo. Così imponente da generare non poche preoccupazioni nei suoi vicini di casa. Il grande pino si trova infatti a pochi metri di distanza dall'ingresso di un'abitazione privata, il cui giardino è ''invaso'' dai lunghi rami della pianta, che sporgono al suo interno.
Una situazione che preoccupa non poco la famiglia Villa, che da un anno a questa parte ha tentato di portare il problema all'attenzione del Comune di Casatenovo. Nonostante la documentazione presentata e i colloqui avuti con l'ufficio tecnico, le risposte fornite non hanno ''messo a tacere'' i timori dei residenti che nei giorni a ridosso dell'Epifania sono tornati a ''tremare'', considerando il forte vento che soffiava sul territorio.
''Impossibile dormire: la preoccupazione che potesse succedere qualcosa era troppo forte'' ci ha detto Matteo Villa, autore insieme alla sua famiglia della segnalazione più volte inviata negli ultimi mesi in municipio. ''Ad ogni temporale, ad ogni folata di vento la pianta si muove vistosamente. E se dovesse cadere del tutto per la nostra abitazione non ci sarebbe scampo. Già di frequente i rami crollano all'interno del nostro giardino o qui fuori, dove passano pedoni e veicoli. Non oso immaginare cosa potrebbe succedere''.
Secondo quanto ci ha riferito Villa, una decina di anni fa altre due piante simili - per tipologia e dimensioni - a quella ''incriminata'', presenti nel medesimo spiazzo, tra le abitazioni e Via della Somaglia, erano state rimosse dal Comune poichè ritenute a rischio caduta.
''Nel frattempo anche l'ultimo pino è cresciuto, ma in questo caso non è mai stato fatto nulla'' ha aggiunto Villa. ''Il Comune ritiene di non dover intervenire perchè a detta loro la pianta si trova su una proprietà privata, forse riconducibile ad una vecchia azienda fallita anni fa e di cui è quindi impossibile risalire ai proprietari. Chiediamo un intervento per verificare le condizioni di staticità dell'albero, effettuando una potatura o comunque una messa in sicurezza, che a nostro parere è indispensabile. Non è giusto questo rimpallo di responsabilità da parte del Comune quando in gioco c'è la sicurezza dei cittadini. Non dovrebbe essere meglio intervenire in maniera preventiva piuttosto che aspettare che avvenga l'irreparabile?''.


Lo spazio resta come di consueto a disposizione per chi volesse fornire eventuali contributi o repliche sull'argomento.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco