Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 198.999.116
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 02/04/19

Lecco: V.Sora: 120 µg/mc
Merate: 115 µg/mc
Valmadrera: 124 µg/mc
Colico: 118 µg/mc
Moggio: 121 µg/mc
Scritto Mercoledì 05 aprile 2017 alle 14:15

LILT: crescono soci e visite, 8.351 sul territorio nel 2016

5.323 soci attestati nel 2016 (1.792 uomini e 3.531 donne) e un totale di 8.351 visite effettuate nel corso dell'anno . un dato in crescita del 17.7% rispetto alle 7.096 del 2015.
 Questi alcuni dei numeri che attestano l'attività della Lilt (lega italiana contro i tumori) in Provincia di Lecco presso ambulatori interni ed esterni (aziende private e ambulatori comunali non convenzionati), ai fini della prevenzione.
 Il numero di coloro che si sono "tesserati" usufruendo così della possibilità di sottoporsi a visite mediche è cresciuto nel corso dell'ultimo anno.


A prevalere sono le donne, presenti per il 66,3%, mentre è presente maggiormente la fascia di età compresa tra i 31 e i 54 anni che si è dimostrata più attenta alla prevenzione.


Complessivamente le visite effettuate nell'anno 2016 sono state 8351 (contro le 7096 del 2015, con un incremento del 17,7%) così suddivise: 7032 (84,2%) visite interne (con la richiesta di tesseramento e presso gli ambulatori della LILT) e 1319 (15,8%) visite esterne (presso comuni, aziende e ambulatori esterni LILT).


Un dato in crescita rispetto agli scorsi anni.


 La suddivisione tra visite realizzate presso ambulatori interni ed esterni (aziende private e ambulatori comunali non convenzionati) confemra il trend positivo.


Tra le visite effettuate quelle più richieste risultano quelle nell'ambito della dermatologia, seguite da ginecologia e senologia.
 

Merate risulta la sede in cui è stato effettuato il maggior numero di visite "interne".


Le specialità più richieste sono la dermatologia e la senologia.
 

Per quanto riguarda le visite sul territorio, risulta essere particolarmente "attiva" la sede di Barzanò.


Anche in questo caso i controlli maggiormente richiesti sono quelli relativi alla pelle.


Per il 2017 è previsto il proseguimento di tutti i progetti in corso che prevedono durata superiore a 1 anno. Verrà introdotto un nuovo progetto, già interamente finanziato, dal titolo Sensibilizzazione, educazione, prevenzione del tumore alla mammella rivolto alle donne residenti in Valsassina di età superiore alla soglia per cui il sistema pubblico prevede lo screening mammografico (69 anni). L’iniziativa è prevista in 15 Comuni della Valsassina (in totale circa 2.000 donne) ritenuti più a rischio per la scomodità degli accessi alle strutture pubbliche. Proseguirà la nostra presenza costante nelle scuole di ogni ordine e grado per una diffusione capillare dell'informazione relativa ai corretti stili di vita. Per il prossimo anno, ci prefiggiamo di riuscire a mantenere attive le borse di studio presso l'A.O. della Provincia di Lecco.
A partire da marzo 2017 sarà operativo il nuovo sistema informatizzato per la gestione delle visite ambulatoriali, che metterà in rete i 5 ambulatori della Sezione Provinciale (Merate, Lecco, Missaglia, Casatenovo e Primaluna). Contiamo di mantenere la certificazione ISO 9001 nella sede di Merate e nella delegazione di Lecco. Visto l'aumento delle richieste di convenzioni da parte dei Comuni della Provincia è previsto un forte incremento delle visite di prevenzione.
Per questo motivo sono state attivate convenzioni con nuovi specialisti che collaboreranno con la LILT Sezione Provinciale di Lecco. Proseguiremo la collaborazione con gli screening della ASL. Nei nostri progetti è previsto anche il mantenimento della gratuità delle prestazioni con un minimo contributo alla spesa per pap-test e ETV.
Poiché i tempi sono notoriamente di crisi economica, la nostra attenzione nel fund raising sarà rivolta in particolare a contatti con le industrie, le banche e i club di servizio. Sono previste comunque sovvenzioni, seppure in misura minore, da parte dei Comuni.

Per visualizzare la relazione completa sulle attività clicca qui
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco