Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 147.085.739
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 25/04/17

Lecco: V.Sora: 72 µg/mc
Merate: 83 µg/mc
Valmadrera: 84 µg/mc
Colico: 60 µg/mc
Moggio: 112 µg/mc
Scritto Martedì 18 aprile 2017 alle 14:44

Bosisio: pulizia del reticolo idrico minore e intervento su via dei Livelli per 20mila €

Massiccio intervento di ripristino del reticolo idrico minore. Sono durate circa un mese le operazioni di pulizia straordinaria promosse dall'amministrazione di Bosisio Parini con la collaborazione del Consorzio forestale lecchese, cui il comune ha aderito lo scorso anno.
"Abbiamo ottenuto un finanziamento regionale sulla regimazione idraulica e così abbiamo provveduto a effettuare una pulizia sulle sponde e sugli argini per prevenire la caduta di rocce nell'alveo. Abbiamo poi pulito detriti e sedimenti per impedire allagamenti nei campi circostanti e per favorire il deflusso regolare delle acque" ha spiegato il direttore del consorzio Giulio Fezzi.


I lavori di manutenzione straordinaria dei canali di scolo hanno interessato l'area nei pressi della Superstrada 36 e quella in località Merlotta, nella frazione di Garbagnate Rota. Si tratta in parte di fossi naturali e in parte di creazioni artificiali, realizzate per consentire il drenaggio dei terreni circostanti. "Questi canali non venivano puliti da diverso tempo, alcuni quasi da 40 anni. Erano dunque quasi scomparsi o comunque ridimensionati" ha spiegato il sindaco Giuseppe Borgonovo. "Grazie al consorzio forestale siamo riusciti ad intervenire su circa un chilometro, pulendo i canali in maniera radicale tramite l'asportazione dei detriti". In questo modo il regolare deflusso è stato pienamente ripristinato.


Tali fossi fanno parte del reticolo minore delle acque, che è di competenza comunale. "Con quest'operazione si potrà evitare, durante le copiose precipitazioni, un allagamento dei campi circostanti e permettere che l'acqua fluisca regolarmente fino allo sbocco naturale, il lago" ha aggiunto il primo cittadino.
Si tratta di un intervento a costo zero per le casse comunale, in quanto i 18.000 euro stanziati sono stati recuperati attraverso un finanziamento a fondo perso di Regione Lombardia.
Entusiasta per il risultato ottenuto con questo intervento, l'amministrazione ha deciso di avviare un secondo lotto di lavori e di intervenire anche in via dei Livelli, dove si trova una canale artificiale, costruito intorno al 1853 allo scopo di prosciugare la palude del pascolo e di drenare i treni.


Su un intervento di oltre 20.000 euro, 9.000 euro verranno messi a bilancio dal comune, mentre la restante quota sarà coperta da un contributo della Fondazione comunitaria del lecchese, già fondazione Cariplo). In questo caso, oltre alla pulizia a fondo del canale e alla sistemazione degli argini, verrà ripristinato, a lato, un viale alberato per un costo di circa 6.000 euro.
Bosisio, per via del cancro rosso che aveva colpito alcuni platani in zona lago, era stata dichiarata interdetta alla piantumazione di tali essente. Per questo motivo verranno posizionati olmi, che ben si adattano a questo tipo di ambiente. "Si tratta di un altro intervento importante che stiamo per compiere perchè serve per ripristinare la piena funzionalità dei canali, oltre ad avere un carattere più generale di riqualificazione ambientale" ha commentato Borgonovo.


Ampia soddisfazione è stata espressa anche dal consigliere Andrea Redaelli, delegato all'ambiente, verde ed ecologia. "Ringrazio il consorzio forestale lecchese perchè quest'opera non si faceva da parecchio tempo: è molto importante non avere ristagni idrici e garantire una maggiore sicurezza favorendo il deflusso regolare delle acque. Ringrazio poi il sindaco che, insieme ai colleghi amministratori, ha creduto nella proposta, accogliendo l'invito ad aderire al consorzio. E' stata una scelta che ci ha permesso di avere queste importanti opportunità".
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco