Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 163.964.034
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 30/11/17

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 58 µg/mc
Valmadrera: 66 µg/mc
Colico: 65 µg/mc
Moggio: 86 µg/mc
Scritto Martedì 18 aprile 2017 alle 15:12

Valaperta: cento donne unite in preghiera nel sabato santo

Sono state le donne le prime a recarsi al sepolcro, di buon mattino, dopo la morte di Gesù, le prime testimoni dell'annuncio della Risurrezione.


E proprio un centinaio di donne, sabato mattina all'alba, si sono date appuntamento a Valaperta, per un particolare momento di preghiera organizzato da don Andrea, vicario della comunità pastorale d Casatenovo guidata dal parroco don Antonio Bonacina, e dalle suore Serve di Gesù Cristo di Campofiorenzo.


Una veglia di preghiera itinerante dedicata a tutte le donne casatesi, che grazie alla guida di don Andrea e di suor Angela hanno potuto pregare e riflettere in un'atmosfera più che mai suggestiva.
Punto di partenza, infatti, la chiesina della Madonna della Neve, a Valaperta, dove il sacerdote e la religiosa hanno accolto la piccola folla che si è radunata sul piazzale antistante, ancora immerso nel buio della notte.


"In questo sabato santo vogliamo seguire, nel nostro itinerario di preghiera, le figure femminili. Vogliamo farci guidare dalla fede e dall'atteggiamento delle donne che hanno vissuto un particolare incontro con Gesù e dai gesti delle loro mani, mani che accolgono, che consolano, servono e amano", ha ricordato don Andrea, dando inizio alla preghiera itinerante dall'altare della bellissima chiesina valapertese. "Donne, madri, spose che hanno seguito Cristo come discepole accanto ai discepoli nell'unica comunità itinerante di Gesù".


Riflettendo sulla prima figura, quella di Maria di Nazareth, il gruppo di donne si è quindi messo in cammino seguendo i passi di don Andrea: dalle più piccole fino alle più anziane, le fedeli casatesi si sono quindi fermate nei pressi della scuola dell'infanzia, per il secondo momento dedicato alla vedova di Nain. Una preghiera accompagnata dal sole che piano piano ha iniziato a levarsi nel cielo e dai rumori della natura che si risvegliava dalla notte appena trascorsa.


Poi, una tappa davanti alla chiesa di Sant'Anna per pregare sul brano di Vangelo della donna cananea. Infine, il gruppo, in preghiera silenziosa, si è diretto verso Galgiana e dopo una tappa dedicata alla riflessione sulla preghiera della Veronica, ha raggiunto la chiesa di San Biagio per un ultimo momento davanti all'altare della Riposizione.
Il momento di preghiera è terminato con una piccola colazione a buffet, preparata sul sagrato della chiesa di Galgiana dai volontari dell'oratorio di Valaperta.
L.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco