Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 163.963.920
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 30/11/17

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 58 µg/mc
Valmadrera: 66 µg/mc
Colico: 65 µg/mc
Moggio: 86 µg/mc
Scritto Mercoledì 19 aprile 2017 alle 08:12

Sirone: dopo 5 mesi la SP49 è ancora a senso unico alternato. Si avviano i contatti con Regione per i fondi

E' da quasi 5 mesi che la strada provinciale 49 è chiusa a senso alterno con semaforo nel comune di Sirone - arteria che collega Molteno a Oggiono - per cedimento del manto stradale causato dai carichi con peso eccezionale. Il colmo però è che gli autotrasporti con carichi eccezionali passano ugualmente e non sono stati vietati. Intanto altri punti stanno cedendo: nessuno ne parla, che vergogna!
La sp 49 è un parallela della ss 36: pensate cosa passa da qui quando si verifica qualche incidente sulla superstrada tra Civate e Nibionno. Provate a venire alla mattina dalle 7.30 alle 9 oppure alla sera dalle 17 alle 20.
Grazie

Bruno

A seguito della segnalazione giunta da un cittadino, abbiamo interpellato Mauro Galbusera, consigliere provinciale delegato a viabilità, grandi infrastrutture, lavori pubblici, rapporti con i relativi enti autorizzatori e patrimonio immobiliare.
L'arteria provinciale SP 49, che collega Molteno a Sirone correndo parallela al fiume Gandaloglio, è infatti ormai parzialmente chiusa dallo scorso dicembre, quando è stato posizionato del new jersey che ha ristretto la carreggiata, tanto da richiedere l'installazione di un semaforo da cantiere che regola il traffico a senso unico alternato.
"Quando è arrivata la segnalazione, i nostri tecnici sono usciti per un sopralluogo: sono stati individuati avvallamenti e, per motivi di sicurezza pubblica, si è deciso di chiudere una parte della carreggiata" ha spiegato il consigliere.


Tuttavia, dopo cinque mesi, la situazione è rimasta inalterata. "La Provincia al momento non dispone delle risorse economiche necessarie per un simile intervento, che resta ancora da valutare. In quella zona si dovrà infatti procedere con un consolidamento strutturale degli argini: intervenire soltanto sistemando l'asfalto fa permanere il pericolo. Per questo continua a restare chiusa la parte più vicina al fiume".
Galbusera ha poi aggiunto: "Una volta effettuate le valutazioni dei tecnici, si deciderà il metodo migliore per mettere in sicurezza tutto quel tratto di strada. In questo momento la Provincia non dispone dei fondi per affrontare l'opera, ma abbiamo avviato i primi contatti con l'ente superiore, Regione Lombardia, a cui pensiamo di rivolgerci per chiedere una compartecipazione delle spese".
Il sindaco di Sirone Matteo Canali sul punto ha precisato: "Insieme ai colleghi Roberto Ferrari di Oggiono e Mauro Proserpio di Molteni, ho inviato alla Provincia una lettera congiunta per chiedere quando avrebbero ripristinato la viabilità ordinaria lungo quel tratto di strada. Abbiamo saputo a mezzo stampa che la Provincia non ha fondi, ma ad oggi, nonostante sia passato un pò di tempo, nessuno ci ha risposto".
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco