Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 157.485.812
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/09/17

Lecco: V.Sora: 87 µg/mc
Merate: 87 µg/mc
Valmadrera: 90 µg/mc
Colico: 63 µg/mc
Moggio: 89 µg/mc
Scritto Giovedì 18 maggio 2017 alle 08:54

Oggiono: Lavori a Gandaloglio e Bevera e 'cause' in tribunale i temi del consiglio

Prima di lasciare spazio ai ragazzi, il consiglio comunale ha affrontato gli altri punti all'ordine del giorno. Il sindaco Ferrari ha comunicato ai consiglieri di aver rimesso la querela per diffamazione a mezzo stampa nei confronti delle esternazioni fatte nell'ottobre 2016 da un cittadino sulle pagine del social network Facebook, in cambio del versamento di 1000 euro a favore delle casse comunali.


La seconda vittoria nelle aule di tribunale non riguarda più stavolta solo il sindaco Ferrari, ma il Comune di Oggiono che si è aggiudicato una causa iniziata nel 2011 per un abuso edilizio.
Dopo le comunicazioni del primo cittadino e la conta dei consiglieri presenti e assenti, è toccato alla consigliera Chiara Narciso illustrare il contenuto dell'interrogazione presentata dall'opposizione "Insieme per Oggiono" in merito ai lavori di sistemazione idraulica dei torrenti Bevera e Gandaloglio, rilevando come, dopo la risoluzione del contratto nel 2016 con la ditta appaltatrice, non si siano avute notizie riguardo a un nuovo eventuale appalto e chiedendo quanto sia verosimile il rischio di un ritiro del finanziamento da parte di Regione Lombardia. Di fronte a queste due richieste, il sindaco ha allora risposto, ripercorrendo puntigliosamente tutti gli atti e le decisioni adottate dall'amministrazione fino al 5 maggio quando è stata trasmessa la richiesta al collaudatore per avviare un nuovo appalto.


Dal momento della sua risposta, sarà verosimile aspettarsi la conclusione dei lavori nel giro di circa novanta giorni. Per quanto riguarda invece gli impegni finanziari, il sindaco ha spiegato che dei due milioni messi a disposizione da Regione Lombardia ne sono stati impegnati poco più di un milione. Nella sua controreplica la consigliera Narciso ha voluto riportare i timori dei cittadini per l'eccessiva dilatazione delle tempistiche per un'opera che dovrebbe essere destinata a mettere la parola fine al rischio idraulico di alcune aree del paese. "L'auspicio" ha concluso "è che i lavori si facciano e nel meno tempo possibile".
Sulla stessa posizione anche il sindaco Ferrari che, dopo aver riconosciuto il ruolo minore nella realizzazione dell'opera del Comune di Oggiono, semplice "stazione appaltante", ha espresso l'auspicio per una conclusione rapida e positiva della vicenda.
A.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco