Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 161.927.492
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 12/11/17

Lecco: V.Sora: 56 µg/mc
Merate: 32 µg/mc
Valmadrera: 56 µg/mc
Colico: 40 µg/mc
Moggio: 87 µg/mc
Scritto Giovedì 18 maggio 2017 alle 14:41

Nibionno: approvato il regolamento per la nuova area cani. Sorgerà dietro la palestra

Un'area interamente dedicata agli amici a quattro zampe sarà realizzata presso il palazzetto sportivo di via Kennedy a Tabiago. Mercoledì sera, infatti, il consiglio comunale di Nibionno ha approvato all'unanimità il regolamento per la nuova area cani, che sorgerà nello spazio verde antistante le vetrate della palestra comunale. Sarà un ampio luogo di sgambamento, garanzia di miglioramento del benessere e della libera attività motoria per i cani. Vi potrà accedere chiunque possiede uno o più animali, purché iscritto all'anagrafe canina. I conduttori o proprietari saranno responsabili in tutto per tutto, sia civilmente che penalmente nel caso di danni a persone, animali o cose all'interno dell'area.

Al centro il vicesindaco Giovanni Bisanti Panzuti

Il Comune nibionnese, uno tra i primi nel territorio limitrofo ad attivarsi a favore dei proprietari di cani, realizzerà la recinzione della zona utilizzando paletti di metallo e rete metallica, alta 200 cm. All'ingresso verrà collocato un cancelletto pedonale in rete metallica plastificata ad apertura libera, per garantirne la chiusura sia dall'interno che dall'esterno. Sarà possibile installare anche un cancello carrabile in rete metallica plastificata per permettere l'accesso ai mezzi di servizio, dotato di serratura o catena con lucchetto. Verrà garantita una presa d'acqua per l'abbeveraggio degli animali con fontanella a pulsante. Saranno posati anche cestini per la raccolta dei rifiuti, che saranno periodicamente svuotati. Non mancheranno, oltre all'attenzione alla pulizia, anche la cura e la potatura costante di siepi ed erba. Il Comune potrà effettuare convenzioni o accordi con associazioni cinofile e/o animaliste per la gestione e la tutela dell'area, dove potranno essere organizzate anche iniziative di diverso genere: didattico-educative, terapeutiche o di integrazione uomo-animale come l'agility dog.
"Abbiamo risposto ad una richiesta che ci è giunta da diversi cittadini possessori di cani. L'area non sarà e non deve diventare un luogo in cui portare gli animali a fare i loro bisogni" ha spiegato il vicesindaco Giovanni Bisanti Panzuti.


Nel regolamento approvato mercoledì sera sono state inoltre fissate delle norme comportamentali comportanti obblighi e divieti per i fruitori dell'area di sgambamento, in cui i cani non potranno accedere da soli ma sempre accompagnati dai loro padroni. Questi dovranno essere muniti di guinzaglio e di idonea museruola, trattenendo i loro animali in caso di pericolo. Nell'area potranno entrare solamente i cani identificati con apposito microchip all'anagrafe canina e che comunque abbiano seguito le vaccinazioni prescritte dalla normativa. Gli accompagnatori con più animali potranno entrare, chiudendo poi immediatamente i cancelli, con un solo cane alla volta. Su tutta l'area, inoltre, sarà vietato l'addestramento per ogni finalità (caccia, difesa, guardia).


Entro la zona, che sarà aperta tutti i giorni, potranno essere presente contemporaneamente fino a sei cani. La permanenza degli animali non dovrà inoltre superare i 30 minuti. Il regolamento prevede inoltre il divieto di far accedere cani femmina nel periodo del calore, di somministrare alimenti ai cani con cibo in ciotola e nemmeno di consumare cibi e bevande per i possessori, di introdurre oggetti ludici come palle da riporto e frisbee che possono creare fonte di eccitazioni per i cani, che potrebbero anche azzuffarsi. Non si potranno inoltre introdurre mezzi come moto o biciclette. Le buche scavate dagli animali dovranno essere ricoperte prima di uscire.

Secondo da destra il sindaco Claudio Usuelli

"La maleducazione non potremo eliminarla, ma chiediamo ai proprietari di tenere pulita l'area avendo premura di raccogliere le deiezioni solide dei loro animali e a depositarle negli appositi contenitori" ha specificato il sindaco di Nibionno Claudio Usuelli.
Sarà cura del corpo di polizia locale effettuare controlli, vigilando e sanzionando i trasgressori del regolamento comunale. Per gli inadempienti sono previste multe da 25 fino a 500 euro. In caso di violazioni accertate, i trasgressori potranno essere addirittura diffidati ad accedere col proprio cane nell'area di sgambamento.
S.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco