Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 198.940.353
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 02/04/19

Lecco: V.Sora: 120 µg/mc
Merate: 115 µg/mc
Valmadrera: 124 µg/mc
Colico: 118 µg/mc
Moggio: 121 µg/mc
Scritto Mercoledì 31 maggio 2017 alle 08:37

Stalle: latte spot sfonda quota 41 e il burro segna +90% in un anno

Boom delle quotazioni per i più diffusi prodotti lattiero caseari: il latte spot quotato alla Borsa di Lodi (piazza di riferimento per il nord Italia) ha superato i 41 centesimi al litro contro i 37 centesimi di appena tre mesi fa, mentre il burro nel mese di maggio ha raggiunto i 4,63 euro al chilo con un aumento di quasi il 90% rispetto allo stesso periodo del 2016. Quotazioni che non si vedevano da oltre cinque anni. "Da quello che rileviamo noi - spiega Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti Lombardia - siamo di fronte a un riposizionamento del mercato legato a una maggiore richiesta di latte italiano da quando è entrata in vigore, il 19 aprile 2017, dopo una lunga battaglia di Coldiretti, l'etichetta d'origine per il latte a lunga conservazione e per i formaggi. Inoltre, sui mercati europei e internazionali è calata la produzione di latte e questo ha sostenuto le quotazioni del vero prodotto italiano". In Lombardia - spiega la Coldiretti regionale - si produce più del 40% di tutto il latte italiano, munto in oltre 3.700 stalle, impiegando quasi 15mila addetti che seguono la vita e il benessere di oltre mezzo milione di mucche da latte. Il sistema zootecnico lombardo è uno dei migliori al mondo, sia sul fronte dei controlli per la sicurezza del consumatore, sia per la qualità dei nostri prodotti. "Il latte munto nelle provincie di Como e Lecco è quello delle colline brianzole, dei pascoli della Valsassina e di quelli della Val d'Intelvi, delle pianure del meratese e di quelle dei Pian di Spagna in alto lago - racconta il Presidente della Coldiretti Como-Lecco Fortunato Trezzi - È il latte che viene utilizzato per la produzione del re dei formaggi italiani, il Grana Padano, oltre alle altre Dop come il Taleggio, il Quartirolo e il Gorgonzola".
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco