Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 164.006.136
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 30/11/17

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 58 µg/mc
Valmadrera: 66 µg/mc
Colico: 65 µg/mc
Moggio: 86 µg/mc
Scritto Lunedì 26 giugno 2017 alle 22:05

Casatenovo: due vittorie per MVP nel running. Monza-Resegone dopo la Monza-Montevecchia

Nonostante la scaramanzia non lasciasse presagire nulla di buono, il 2017 ha portato davvero fortuna alla palestra MVP Club di Casatenovo, che si è imposta nel mondo del running agonistico vincendo le due gare a squadre più importanti e prestigiose del territorio: la Monza-Montevecchia e la Monza-Resegone.
Un doppio successo giunto improvviso ed inaspettato per Andrea Tanzarella ed il suo team, che ora si godono la soddisfazione per il risultato raggiunto, frutto di impegno e di tanti sacrifici.

Andrea Tanzarella fra Andrea Malvestiti e Laura Mustat

''Tutto è cominciato tre anni fa - ci ha spiegato il titolare della palestra casatese - quando, per amore, la mia non ancora fidanzata, Noemy Gizzi, mi chiese se volevo correre con lei la Monza-Montevecchia, gara di 34km a coppie tra i boschi e colline della brianza, in preparazione alla sua quinta Monza-Resegone in programma un mese dopo''.
Noemy Gizzi, per chi non lo sapesse, è un'atleta di altissimo livello, medaglia d'argento ai mondiali di 100 km a Gibilterra nel 2010, vincitrice di 3 Monza-Resegone, vantando anche il record del percorso, campionessa italiana di 50 km e con altri innumerevoli trionfi nel suo palmares. Andrea Tanzarella invece, è uno sportivo a 360 gradi con una carriera da cestista alle spalle ma nel mondo del running agonistico non si era mai affacciato prima se non facendo le classiche camminate domenicali e vedendo nella corsa un modo per stare bene e un'attività per mantenersi in forma.


''Decisi di accettare la proposta di Noemy e, anche se con solo un mese e mezzo di tempo disponibile per allenarmi, iniziai subito a macinare chilometri. Le distanze che prima percorrevo si aggiravano sui 7 -10 km e l'idea di dover quadruplicare distanza e tempo sulle gambe un po' mi spaventava, ma amando le sfide scelsi di mettermi in gioco. Allenamento dopo allenamento i miei tempi miglioravano, i chilometri aumentavano e inesorabilmente arrivavano anche i primi forti dolori al ginocchio operato qualche anno prima. Ma l'obiettivo era sempre nitido davanti a me e non potevo mollare proprio sul più bello. Il giorno della gara ero molto emozionato, felice di correre con una grande atleta al mio fianco, con la pressione di non deludere le aspettative e con la paura che il ginocchio mi tradisse'' ha proseguito Andrea.
Il risultato invece è andato ben oltre le aspettative: terza coppia mista e un grandissimo crono che permise alla coppia di arrivare addirittura 15^ coppia assoluta su ben oltre 200 team. Da lì in poi, la decisione di correre insieme a Noemy tutte le gare a squadre come Palestra MVP Club con l'obiettivo di migliorare il risultato nella MoMot e un giorno arrivare a correre insieme la mitica Monza-Resegone.

Il team MVP con sostenitori e sponsor

In effetti i primi successi non hanno faticato ad arrivare; l'anno scorso i due si sono aggiudicati la Besana Double Classic, gara a coppie di 18 km, migliorando anche il risultato della Monza-Montevecchia dell'anno precedente con un secondo posto solo dietro alla campionessa italiana di maratona Ivana Iozzia e al suo compagno Orazio Bottura.
''Con la palestra ho fondato un programma aperto a tutti quei runners che vogliono migliorare le proprie performance ed arrivare a correre una maratona o semplicemente rivolto a tutte quelle persone che vogliono approcciarsi per la prima volta a questo bellissimo sport'' ha proseguito Andrea Tanzarella. ''Con amici tifosi della palestra abbiamo organizzato gruppetti di corsa, partecipando a gare sul territorio e facendo assaporare a tutti l'adrenalina della competizione con l'intento di mettersi in gioco e vedere i frutti degli allenamenti''.
Il 2017 però è iniziato male, perchè Noemy Gizzi, a seguito di un infortunio, non ha potuto correre, costretta quindi a rinunciare alle due gare più importanti.

Maria Eugenia Rossi e Andrea Tanzarella

Nonostante qualche perplessità iniziale, Andrea ha deciso di andare avanti ''per non deludere le aspettative di tutti quelli che credono in noi e per non vanificare mesi di allenamenti e sacrifici''.
E i risultati gli hanno dato ragione: il giovane atleta si è aggiudicato la Monza-Montevecchia per soli 7 secondi dopo un'epica rimonta nella seconda parte di gara, correndo insieme a una tenace e combattiva Maria Eugenia Rossi.
Ed infine ritorna il numero 17...sabato 17 giugno 2017 per l'esattezza, in una calda e afosa notte d'estate l'impresa viene compiuta: MVP Club ha vinto anche la Monza-Resegone.
''La gara è stata estremamente dura e sofferta, ma i miei compagni di squadra sono stati fantastici e la forza di gruppo ha vinto su tutto. Andrea Malvestiti è stato monumentale mentre la campionessa e nazionale italiana di trail Laura Mustat si è confermata donna e atleta di altissimo livello'' ha aggiunto il titolare della palestra casatese. ''Per me è stata la gara più lunga che abbia mai corso, in preda ai crampi dal 30esimo km, è stata una sofferenza estenuante, ma il tifo dei miei genitori e di mio figlio, l'incitamento delle persone per strada, la forza di squadra, il fedele amico e accompagnatore Massy e il costante pensiero rivolto a Noemy mi hanno permesso di azzerare il dolore dandomi la spinta per arrivare fino in cima, su per quel "Prat di Rat" interminabile, con arrivo in capanna Monza''.


Nel tempo finale, neanche a farlo apposta, è tornato il fatidico numero 17, 3h49'17'': un crono straordinario, terzo miglior tempo misto di tutte le edizioni.
''Un ringraziamento speciale agli amici sponsor che hanno creduto in noi e una dedica speciale a quella persona che mi ha trascinato in questo mondo, che mi ha fatto innamorare di lei, della corsa e della fatica in generale. A quella persona con la quale ho condiviso gioie e dolori e che purtroppo quest'anno il destino le ha voltato faccia impedendole di gareggiare, ma la speranza è quella di vedere di nuovo Noemy al mio fianco, pronti a ripartire, liberi e felici di correre'' ha concluso Andrea, ricordando come il nome della sua palestra MVP Club, che significa Most Valuable People ''è stato dedicato ai nostri soci frequentatori riconoscendoli e premiandoli come "Persone di Maggiore Valore"; sì perché le persone che contano sono quelle persone che non si arrendono, che combattono fino alla fine, che si prefiggono un obiettivo, che danno tutto per raggiungerlo, e che non smettono mai di sognare...perché in fondo i sogni, un giorno, possano diventare realtà''.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco