Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 202.500.221
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 03/06/19

Lecco: V.Sora: 181 µg/mc
Merate: nd µg/mc
Valmadrera: 183 µg/mc
Colico: nd µg/mc
Moggio: nd µg/mc
Scritto Giovedì 13 luglio 2017 alle 14:59

Costa: innovativo progetto di orticoltura a V.Beretta coi ragazzi della scuola di agraria

I referenti di Villa Beretta e della scuola di agraria San Vincenzo intervenuti alla presentazione

Curare le persone attraverso il contatto con la natura e i lavori in giardino o all'orto. Si chiama orticoltura, una delle ultime frontiere delle cosiddette terapie occupazionali, e verrà sperimentata, a partire da settembre, al Centro di Riabilitazione Villa Beretta di Costa Masnaga con il coinvolgimento degli studenti della Scuola di Agraria dell'Istituto San Vincenzo di Albese con Cassano.


Una giornata alla settimana, infatti, i giovani si trasferiranno a Costa Masnaga per seguire alla mattina le lezioni teoriche dei professori Roberto Ballabio, Stefano Corradi e Andrea Missaglia e della neuropsicologa Silvia Aggujaro sull'orticoltura. Al pomeriggio, invece, gli studenti si metteranno alla prova nella serra e nel parco della struttura con e senza i pazienti ricoverati.
L'innovativo progetto è stato presentato martedì 10 luglio presso la struttura di Villa Beretta alla presenza di amministratori, dirigenti scolatici e professori della Scuola di Agraria e medici, professionisti e suore del Centro di Riabilitazione.


La prima a prendere la parola è stata Sabina Panzeri, sindaca di Costa Masnaga, che si è complimentata con Villa Beretta per "offrire sempre cure e esperienze di grande qualità ai degenti ma non solo" come l'innovativo progetto di orticultura capace, a suo parere, di evidenziare l'aspetto umano della cura. "Riempire questo luogo di professionalità nelle cure è importante, ma riempirlo di relazioni ancora di più" ha concluso la prima cittadina.


Anche la neoeletta sindaca di Erba, Veronica Airoldi ha espresso il suo apprezzamento per un "progetto importante che si avvia a essere un'opportunità anche per i ragazzi mettendoli a contatto con la natura".
Dopo di lei ha parlato il preside della Scuola di Agraria, Gaetano Biagioni, che si è soffermato sul ruolo della scuola in vista non solo della trasmissione delle conoscenze e delle nozioni ma anche dell'insegnamento di "umanità". Ha elogiato anche il contributo dato dalle suore alle attività del Centro di Riabilitazione, diretto dal dottor Franco Molteni.


E' toccato poi ai professori e alla dottoressa Aggujaro delineare ai presenti il progetto nei dettagli, spiegando le attività che vedranno i ragazzi coinvolti a fianco dei pazienti impegnati nella riabilitazione. "L'obiettivo è quello di fornire agli studenti conoscenze e competenze che potranno essere utili nella scelta futura di un eventuale percorso universitario" hanno detto i relatori.


Il progetto coinvolgerà i ragazzi di 4° IPSA e alcune persone con problematiche derivanti da disabilità determinate da malattie congenite o acquisite ricoverate presso il centro di eccellenza in ambito riabilitativo masnaghese. Con un lavoro sugli odori, i colori e la manualità, avranno un ruolo attivo nella riabilitazione dei pazienti, grazie a fisioterapisti, terapisti della riabilitazione cognitiva e neuropsicologhe che li accompagneranno nelle loro attività con un ruolo di affiancamento, supervisione e sostegno pratico ed emotivo.


Alla presentazione è seguito un rinfresco per i presenti nella cornice incantevole del parco di Villa Beretta.
A.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco