Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 161.611.868
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 12/11/17

Lecco: V.Sora: 56 µg/mc
Merate: 32 µg/mc
Valmadrera: 56 µg/mc
Colico: 40 µg/mc
Moggio: 87 µg/mc
Scritto Lunedì 04 settembre 2017 alle 19:17

Barzanò: ''Piazze in festa'', un successo per la manifestazione

La pausa estiva non ha raffreddato gli animi e le energie del pubblico di Barzanò e non, che domenica si è riversato lungo via Garibaldi e viale Manara per partecipare alla seconda edizione di "Piazze in festa".

I volontari della Pro loco

Organizzata dalla Pro Loco del paese, la manifestazione è coincisa con la tradizionale presenza fin da giovedì delle giostre e delle bancarelle in piazza mercato che hanno attirato visitatori dal paese e fuori. Di fronte al municipio in viale Manara invece, ha trovato spazio una parete per l'arrampicata che ha permesso a tutti di scalare fino in alto e poter dare un'occhiata dall'alto agli edifici di Barzanò e agli stand che occupavano tutta la strada.

Lo stand di Cab Polidiagnostico

I volontari del gemellaggio con Mézières en Brenne

Il primo era quello della Pro Loco di Barzanò che per tutta la serata ha servito da bere e da mangiare al pubblico di passaggio. "Abbiamo scelto di ripetere il format dell'anno prossimo, dando spazio alle associazioni, ai commercianti e alle persone del paese e non" ha detto il vicepresidente Luigi Mauri.
Più avanti era il turno del CAB, il centro polidiagnostico del paese che nasce dall'esperienza più che trentennale nella medicina di laboratorio della famiglia Godina. "Abbiamo voluto essere qua per evidenziare lo storico legame tra il CAB e il paese di Barzanò" ha detto Roberto Moioli, spiegando come "Piazza in festa" fosse l'occasione giusta per ribadire il binomio CAB-territorio, donando ai ragazzi presenti astucci e cappelli per l'inizio dell'anno. Ha aggiunto anche che "presto il centro diagnostico CAB aprirà un terzo polo a Erba dopo Merate e Barzanò nella precedente struttura del laboratorio di analisi cliniche e centro medico polispecialistico Salus".

I volontari del circolo LiberArci

Atletica 42195

Dopo lo stand del CAB ha trovato spazio il comitato del gemellaggio Barzanò-Mezieres en Brenne che si appresta a partire per la cittadina francese per festeggiare il ventottesimo anno del legame tra i due paesi. "Partiamo nella sera di giovedì per tornare lunedì 11" ha detto Antonella Proserpio, aggiungendo qualche dettaglio sul viaggio che coinvolgerà una cinquantina di persone. "Faremo una passeggiata ecologica, la Randonnèe de la Brenne, nella zona a piedi, in calesse o anche con le auto elettrice messe a disposizione dai cugini francesi e andremo a visitare anche il famoso centro di Aubusson, famoso per gli arazzi della Loira. Alla sera invece, ci attenderanno cene, danze e musiche in piazza".


Dopo il comitato del gemellaggio, trovava spazio anche il circolo ARCI "LiberArci" che ha approfittato dell'occasione per farsi conoscere e per pubblicizzare i corsi autunnali e i prossimi incontri dell'associazione: "per questa settimana, l'otto settembre alle ore 21, abbiamo organizzato un dibattito sul significato storico dell'Armistizio del 1943 mentre sabato 7 ottobre avremo l'opportunità di ospitare il figlio di Pio La Torre, Franco, per la presentazione di "Sulle ginocchia", libro antimafia" hanno spiegato i volontari.


Da ultimo anche l'associazione sportiva di atletica "42195" di Barzanò che, come suggerisce il nome sui metri da percorrere per ultimare una maratona, si occupa di atletica con la sua cinquantina di volontari e atleti.
Possibilità infine di acquistare il calendario della Contrada della Roggia e di assistere alle esibizioni delle ballerine della scuola SoloDanza di Oggiono.
A.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco