Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 163.505.872
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 30/11/17

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 58 µg/mc
Valmadrera: 66 µg/mc
Colico: 65 µg/mc
Moggio: 86 µg/mc
Scritto Martedì 10 ottobre 2017 alle 15:00

Cesana, primaria: a lezione…per conoscere lo stambecco

Lezione sugli stambecchi. Venerdì 6 ottobre la ricercatrice biologa Francesca Brivio, ex alunna della maestra Adolfa, ha incontrato gli alunni della classe seconda della scuola primaria "Segantini" di Cesana Brianza per fare una lezione sugli stambecchi.

Francesca Brivio

La ricercatrice, nata a Bosisio Parini, lavora con i professori dell'università di Sassari, in Sardegna. In quarta elementare Adolfa ha accompagnato la classe nel Parco Nazionale del Gran Paradiso a Cogne, in Valle d' Aosta, a studiare gli stambecchi nel loro ambiente. Francesca ha poi coltivato questo interesse: dopo il liceo scientifico, ha frequentato la facoltà di scienze biologiche all'Università a Milano ed è poi partita come ricercatrice a Cogne per studiare il comportamento degli stambecchi, lavorando con i Professori dell'Università di Aosta.

I bambini guardano le foto degli stambecchi

Gli indizi della presenza dello stambecco, escrementi, orme, impronte

E' autrice anche di diversi testi sulle abitudini di questo animale erbivoro che vive in alta montagna. Le corna del maschio sono più lunghe e più grosse di quelle della femmina: possono essere lunghe anche più di un metro e ricurve all'indietro. Il suo pelo cambia in base alle stagioni: ruvido e di colore giallastro in estate, diventa più scuro durante l'inverno.

La maestra Adolda con la sua ex alunna

Biglietto di ringraziamento donato dai bambini

La sua attività è cominciata con la ricerca di una risposta a un interrogativo: il motivo per cui lo stambecco maschio ha le corna così grandi. Nelle sue numerose esplorazioni sul campo ha compreso che esiste uno stambecco "dominante" che è quello più forte, che vince il combattimento e sceglie il posto migliore per mangiare, dormire e per accoppiarsi con le femmine. Le feci, a palline, e le impronte che lasciano sul terreno sono indizi della loro presenza.
I bambini hanno ascoltato e partecipato con grande interesse alla lezione, facendo una serie di domande per cercare di conoscere meglio questo animale selvatico.

La merenda

Alla fine dell'incontro hanno ringraziato la ricercatrice offrendole un bigliettino preparato "ad hoc": l'immagine di Charles Darwin che studia il lombrico, ultimo lavoro pubblicato dal grande scienziato. L'augurio è che Francesca possa continuare nei suoi studi proprio come fece Darwin.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco