Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 159.139.697
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 14/10/17

Lecco: V.Sora: 100 µg/mc
Merate: 111 µg/mc
Valmadrera: 98 µg/mc
Colico: 77 µg/mc
Moggio: 106 µg/mc
Scritto Mercoledì 11 ottobre 2017 alle 13:28

Casatenovo: il 'Fumagalli' ricorda Graziella, uccisa in Somalia nel '95, con una scultura

Una scultura dedicata alla dottoressa Graziella Fumagalli, a poco più di dieci anni dall'intitolazione alla sua memoria, dell'istituto scolastico di Via Misericordia.
Il dirigente Alessandro Fumagalli ha organizzato per il prossimo sabato 28 ottobre una piccola cerimonia dedicata all'inaugurazione dell'opera: un medaglione  in bronzo raffigurante il volto della missionaria casatese,  sorretto  da  due  C che rappresentano  l'abbraccio dei due continenti, africano ed europeo. 


''La  scultura  - spiega il preside in una circolare diffusa in questi giorni - é  stata  realizzata grazie al contributo diretto di alcuni enti e privati e  al  sostegno  di  un  gruppo  di  cittadini.  Ha un forte  valore simbolico  perché dedicata  ad  una  donna medico,  martire,  esempio  e  stimolo  per  la  comunità  scolastica  e  il territorio  a  vivere  una  autentica solidarietà  nell'attuale precario contesto  sociale  e  complesso  ambito  internazionale. La  presenza   all'inaugurazione   costituisce  un  omaggio  a  Graziella  e una  testimonianza  ad  operare  come Lei  avrebbe   voluto.  Per questo ringrazio anticipatamente tutti coloro che vorranno vivere questa esperienza''.
Nei mesi scorsi il dirigente aveva annunciato l'intenzione di realizzare un monumento alla memoria del medico casatese, uccisa durante un agguato in Somalia il 22 ottobre 1995; aveva pertanto chiesto il sostegno di tutti, affinchè questo piccolo sogno potesse tramutarsi in realtà. Il  medaglione  é  opera  dello  scultore muggiorese  Giorgio  Galletti,  mentre il  supporto  é  stato ideato  e prodotto  da un  gruppo  di cittadini casatesi.
Obiettivo centrato dunque: non resta che attendere l'inaugurazione in programma tra poco più di due settimane presso la scuola superiore che nel 2006 cambiò la precedente intitolazione a Gaetano Pessina, per onorare la memoria della missionaria di Casatenovo.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco