Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 161.542.760
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 12/11/17

Lecco: V.Sora: 56 µg/mc
Merate: 32 µg/mc
Valmadrera: 56 µg/mc
Colico: 40 µg/mc
Moggio: 87 µg/mc
Scritto Sabato 11 novembre 2017 alle 19:27

La Nostra Famiglia, notte della ricerca: tutto esaurito per avvicinare i giovani alla scienza

Si è confermata un successo la "notte della ricerca" presso l'Istituto Scientifico "Eugenio Medea" di Bosisio Parini, all'interno de La Nostra Famiglia.

Alcune immagini della visita nei reparti de ''La Nostra Famiglia''

Giunta alla terza edizione, la proposta ha dimostrato di essere valida e di riscuotere un vivo interesse nei giovani. Proprio a loro è destinato questo momento, per invitarli a conoscere da vicino i settori più innovativi delle scienze biomediche che vengono studiati dai ricercatori dell'istituto e per orientarli nella scelta del proprio futuro professionale.
Circa 300 persone hanno aderito all'iniziativa che ha così registrato il tutto esaurito. L'istituto dal canto suo ha impegnato un centinaio di dipendenti per aprire le porte dei laboratori e far scoprire la ricerca, un'attività che rispetto a quella clinica e di cura, è forse meno conosciuta.


La serata è stata introdotta dalla presidentessa dell'associazione Luisa Minoli, dal presidente della commissione ricerca Domenico Galbiati, dal consigliere regionale Mauro Piazza che si è fatto promotore di una legge sull'innovazione e la ricerca e dal direttore socio-sanitario dell'ATS Brianza, Oliviero Rinaldi.
Sono stati nove i percorsi tematici in cui è stata suddivisa la visita. In merito ai disturbi dell'apprendimento e della comunicazione sono stati illustrati un nuovo progetto longitudinale che ha l'obiettivo di dimostrare l'efficacia di training sperimentali con action video game su bambini a rischio di dislessia e una nuova tecnica di imaging che utilizza la luce nel vicino infrarosso e permette di indagare in modo semplice e sicuro le variazioni di ossigenazione sanguigna associate all'attività cerebrale.


Sono stati poi presentate le nuove tecnologie per curare i disturbi del neurosviluppo: progetti che studiano giochi smart per la comunicazione e la socializzazione, l'utilizzo della musica per lo sviluppo del linguaggio, la progettazione di ambienti immersivi e tavoli multi-touch.
Un laboratorio è stato dedicato al cervello che viene esplorato attraverso la psicofarmacologia per approcciare la "chimica dei sentimenti e dei comportamenti". Un altro si è focalizzato sull'analisi dei network cerebrali grazie allo sviluppo di sofisticate tecniche di imaging e di analisi del segnale elettrico generato dai neuroni.
I giovani hanno anche avuto l'opportunità di sperimentare direttamente alcune difficoltà vissute dai bambini ciechi o gravemente ipovedenti.


Il Centro Ausili, invece, ha mostrato modalità alternative per interfacciarsi e controllare il computer e altri strumenti informatici, in particolare joystick e trackball, sistemi di puntamento con movimento del capo, sistemi di puntamento oculare, sistemi di riconoscimento vocale.
I ricercatori hanno spiegato la diversità genetica umana e l'importanza della farmacogenetica, che lega l'efficacia e la sicurezza dei farmaci anche ad alcune particolarità genetiche individuali.


Sono stati anche presentati alcuni dispositivi per la riabilitazione, come Lokomat, che sostiene il piccolo paziente mentre lo assiste nel movimento delle gambe, l'Armeo, che favorisce la rieducazione del braccio e della mano mentre il bambino esegue dei videogiochi, e il Grail, laboratorio di analisi del movimento in ambiente di realtà virtuale.


Da ultimo sono state approfondite le esperienze nei primi anni di vita, che condizionano in maniera fondamentale il successivo sviluppo socio-emozionale e la qualità della vita di un bambino.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco