Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 163.772.768
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 30/11/17

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 58 µg/mc
Valmadrera: 66 µg/mc
Colico: 65 µg/mc
Moggio: 86 µg/mc
Scritto Lunedì 04 dicembre 2017 alle 23:37

Barzago: aggredita in casa dopo un furto. La testimonianza di una residente

I ''topi d'appartamento'' sono entrati in azione nei giorni scorsi a Barzago. Almeno tre i colpi che sarebbero stati messi a segno ai danni di abitazioni del paese dove gli ignoti ladri, approfittando dell'assenza dei proprietari, sono riusciti ad introdursi, facendo man bassa di denaro e preziosi, per poi dileguarsi indisturbati. Gli episodi si sono registrati in Via Rimembranze (nei pressi dell'ufficio postale) ma anche in Via Statale, non lontano dal centro sportivo comunale. Rabbia e impotenza sono i sentimenti espressi dalle vittime, anche attraverso il canale social, dove nei giorni scorsi è stato raccontato un episodio ancor più inquietante.
Una quarantenne residente in paese, ha infatti chiesto aiuto ai concittadini per poter rintracciare il ladro che lo scorso 30 ottobre avrebbe violato la sua abitazione di Via Pirotta, nel centro storico di Barzago. Una visita, quella del malvivente, che sarebbe sfociata nella violenza. Secondo il racconto della donna - impiegata di professione - il ladro l'avrebbe aggredita a scopo di rapina, sferrandole dei calci e sbattendole la testa contro un gradino. Un trauma fortissimo per la barzaghese, che ha raccontato di essere dovuta ricorrere alle cure ospedaliere. "Ora sto meglio, ma se qualcuno ha informazioni mi contatti per favore" il suo appello finale, pur sostenendo di aver subito contattato le forze dell'ordine che avrebbero raccolto la sua testimonianza e avviato le indagini del caso.
Al momento non sono noti ulteriori dettagli sulla vicenda oltre al racconto virtuale reso dalla donna - che contattata non ha voluto rilasciare dichiarazioni - nè è stato possibile avere conferme ufficiali circa l'accaduto.
Di sicuro però, dopo la sua testimonianza, la barzaghese ha ricevuto decine di messaggi di solidarietà da parte dei concittadini, mostratisi preoccupati e solidali con lei per l'accaduto.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco