Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 188.773.478
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 05/11/18

Lecco: V.Sora: 43 µg/mc
Merate: 40 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Colico: 28 µg/mc
Moggio: 70 µg/mc
Scritto Lunedì 12 febbraio 2018 alle 11:25

Oggiono, linguistico Bachelet: al via il progetto ''Educhange''

L'istituto Bachelet di Oggiono
L'istituto Bachelet di Oggiono si prepara ad accogliere alcuni ragazzi stranieri. Dal 12 febbraio al 25, gli alunni delle classi terze, quarte e quinte del licelo linguistico saranno coinvolti in "Educhange", un programma di scambio culturale promosso dall'associazione AIESEC, un'organizzazione internazionale di studenti universitari, no profit, apolitica ed indipendente, che si occupa da più di 60 anni di mobilità internazionale. AIESEC inoltre, dallo un paio d'anni, collabora con l'ONU per la promozione dell'Agenda 2030 che si propone di raggiungere i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Il progetto "EduChange" lavora in particolare sul quarto obiettivo, la "Quality Education", tematica che si propone di sensibilizzare gli studenti a tematiche interculturali.
L'associazione fornirà due volontari studenti laureati madrelingua inglesi che saranno ospiti delle famiglie degli studenti.
Tre sono i moduli didattici in cui verrà articolata l'accoglienza dei giovani. In collaborazione con le docenti di storia verrà affrontato il tema della cittadinanza europea, dell'integrazione e dei diritti umani: si partirà dalla dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino del 1798 per arrivare fino alla Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo del 1948: le costituzioni moderne e l'Onu. Il focus sarà poi sull'effettiva applicazione di tali diritti in una società globalizzata e multietnica, sul problema dell'immigrazione e dell'integrazione e sul ruolo delle donne, dalle suffragette al femminismo di oggi.
Insieme agli insegnanti di scienze, fisica e storia, verrà affrontato il tema del nucleare, partendo dalle prime applicazioni e dalle riserve degli scienziati (Fermi e Oppenheimer). Si tratterà il tema della corsa al nucleare durante la guerra fredda, l'uso del nucleare come fonte energetica, trattando i rischi e i vantaggi. Infine, verranno presentati moduli didattici in collaborazione con i docenti di scienze motorie sul "Flag football", con l'attenzione al regolamento e alle caratteristiche del gioco.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco