Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 188.773.331
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 05/11/18

Lecco: V.Sora: 43 µg/mc
Merate: 40 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Colico: 28 µg/mc
Moggio: 70 µg/mc
Scritto Martedì 13 febbraio 2018 alle 17:57

Monticello: finti tecnici rubano soldi e oro a un'anziana. Fallisce il tentativo a Casatenovo

Immagine di repertorio
Con modi gentili e tono rassicurante è riuscito a conquistare la fiducia di un'anziana, facendole credere che nelle tubature della rete idrica della sua abitazione scorreva acqua contaminata e che, entrando in contatto con gioielli, banconote ed oggetti di valore, avrebbe potuto danneggiarli seriamente, rendendoli così inutilizzabili.
L'episodio risale a questa mattina: spacciandosi per un tecnico qualificato, il truffatore ha invitato la pensionata ottantenne di Monticello, a riporre tutti i preziosi e il denaro contante nel frigorifero, perchè poi avrebbe proceduto alla bonifica.
Approfittando però di un attimo di distrazione della vittima - residente in località Torrevilla, non lontano dalle piscine - l'ignoto malvivente si è impossessato del sacchetto contenente il cospicuo bottino, dileguandosi in fretta e furia all'esterno dove ad attenderlo c'erano dei complici su un'auto, a bordo della quale sarebbero poi fuggiti a tutta velocità.
Non contenti, i truffatori avrebbero tentato altri colpi: prima nel territorio oggionese e a seguire a Casatenovo, ma in quest'ultimo caso gli è andata decisamente male. La potenziale vittima non è infatti caduta nella trappola e ha declinato la richiesta avanzata dai truffatori, a cui non è rimasto altro che dileguarsi in fretta e furia a mani vuote. Mentre tentavano di fuggire - forse alla ricerca di un altro obiettivo - i tre sarebbero stati intercettati da una pattuglia di carabinieri, già a conoscenza del colpo messo a segno in precedenza a Monticello. E' scattato quindi un inseguimento, con la banda che è però riuscita a dileguarsi, ''sconfinando'' nel territorio monzese e facendo perdere le proprie tracce.
Allertati i comandi limitrofi, sono ora in corso le indagini da parte dei militari per risalire all'indentità degli autori della truffa.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco