Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 184.680.866
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 21/09/18

Lecco: V.Sora: 134 µg/mc
Merate: 149 µg/mc
Valmadrera: 155 µg/mc
Colico: 126 µg/mc
Moggio: 121 µg/mc
Scritto Lunedì 12 marzo 2018 alle 16:00

Missaglia, ''efficienza energetica'': due società candidate per i lavori sugli edifici meratesi

Il sindaco Bruno Crippa
Sembra essere andata a buon fine la gara bandita nelle scorse settimane dalla stazione unica appaltante della Provincia di Lecco su incarico del Comune di Missaglia, relativa agli interventi per migliorare l'efficienza energetica di 58 edifici del territorio meratese, potenziando al contempo lo sviluppo delle fonti rinnovabili.
Un progetto ambizioso, portato avanti dal Comune missagliese (indicato da subito quale capofila) insieme ad altre dieci amministrazioni del circondario meratese (Airuno, Cernusco, Imbersago, Lomagna, Merate, Montevecchia, Olgiate, Paderno, Robbiate e Verderio).
A differenza della prima gara andata deserta, al secondo tentativo hanno partecipato due esco (energy company service) intenzionate ad occuparsi della gestione degli interventi (per un valore complessivo di 4milioni di euro) sugli edifici pubblici, incassando quale contropartita i proventi delle bollette.
Di queste la commissione ne ha selezionata una che, oltre a rispettare i requisiti richiesti, ha presentato l'offerta ritenuta migliore. ''Al momento siamo in fase di aggiudicazione provvisoria'' ci ha spiegato il sindaco Bruno Crippa, che ha annunciato la notizia durante l'ultimo consiglio comunale. ''Una volta espletate tutte le verifiche del caso, in assenza di eventuali ricorsi sarà possibile passare all'affidamento vero e proprio e dare quindi il via agli interventi che ogni Comune ha indicato''.
L'obiettivo del progetto - per il quale i Comuni avevano ottenuto fondi per circa 320mila euro da Fondazione Cariplo, per finanziare gli interventi di assistenza tecnico-legale in questa delicata partita - è la riduzione del 20% di CO2 entro il 2020, aumentando l'efficienza energetica investendo in energie rinnovabili per fermare l'effetto serra. Un lavoro affrontato insieme da diverse realtà amministrative della Brianza, che hanno deliberato in ogni consiglio comunale il PAES (Piano Azione Energetica Sostenibile), aderendo così al patto dei sindaci.
Un progetto ambizioso, che il sindaco missagliese Bruno Crippa in campagna elettorale aveva definito ripetutamente il più importante del proprio mandato amministrativo. Sono infatti 58, come dicevamo, gli edifici pubblici che saranno coinvolti nel progetto: scuole materne, primarie, medie, centri sportivi, biblioteche, municipi, per un importo a base di appalto, pari a 4 milioni di euro.
Non pochi sono stati gli ostacoli incontrati però lungo il cammino, che hanno dilatato le tempistiche: due ricorsi al Tar notificati nel 2016 da altrettante società rimaste escluse dalla gara per l'affidamento del servizio tecnico-legale, con il Comune di Missaglia chiamato a resistere in giudizio e uscito poi vittorioso dalla vicenda giudiziaria.
La gara era stata quindi affidata all'ATI (associazione temporanea di imprese) risultata vincente anche la seconda volta, quando su indicazione del Tar la procedura era stata rifatta da capo, coinvolgendo nuovamente anche le società escluse e ricorrenti. Steso il bando e pubblicato, l'esito era stato deludente: gara deserta. E' andata meglio con il secondo tentativo, quando sono state due le società a presentare la loro candidatura.
''E' stato un percorso lungo, abbiamo perso anni a causa di ricordi al Tar, ma ora possiamo dare il via ad investimenti per 4 milioni di euro'' le parole pronunciate in consiglio dal sindaco Crippa.
Ora non resta che attendere l'affidamento definitivo e soprattutto, l'avvio degli interventi previsti.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco