Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 190.361.396
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 12/12/18

Lecco: V.Sora: 70 µg/mc
Merate: 70 µg/mc
Valmadrera: 79 µg/mc
Colico: 65 µg/mc
Moggio: 71 µg/mc
Scritto Lunedì 12 marzo 2018 alle 20:23

Oggionese: 176 partecipanti al ''Viaggio della memoria'' a Parigi, Drancy e Bobigny

176 partecipanti, 8 comuni aderenti, 4 autorità locali ad accompagnare il gruppo.

Una parte del gruppo a Parigi

Sono questi, in estrema sintesi, i dati del 2018 relativi al viaggio della Memoria cui hanno aderito i Comuni di Dolzago, Molteno, Rogeno, Ello, Annone, Castello, Colle e Oggiono. In rappresentanza delle amministrazioni erano presenti il sindaco di Dolzago Paolo Lanfranchi, il vice sindaco di Molteno Giuseppe Chiarella, il consigliere di Rogeno Matteo Redaelli e il sindaco di Ello Virginio Colombo.

Palazzo dei duchi di Borgogna a Digione

 

"E' un viaggio che testimonia il sodalizio tra questi comuni ed una stessa visione della tragedia dell'Olocausto e della corresponsabilità di tanti Paesi nella eliminazione di massa di tante persone inermi, ma è anche un viaggio che testimonia anche l'attenzione dei nostri cittadini verso questi temi storici" hanno spiegato gli organizzatori.
La meta di quest'anno è stata Parigi, ma anche il campo di transito di Drancy con la stazione ferroviaria di Bobigny.
Giovedì 8 marzo il gruppo è partito alla volta della capitale francese dove è giunto in serata. La mattina del giorno successivo è stata dedicata alla visita al campo di transito e alla stazione ferroviaria.

La stazione di Bobigny


Dal campo di Drancy i prigionieri venivano portati alla stazione di Bobigny, una cittadina di 50.000 abitanti a nord est di Parigi. Da qui venivano fatti salire su un treno con direzione Auschwitz. Dal 1943 al 1944, da quella stazione, 20.000 ebrei sono stati deportati verso i campi di concentramento. In totale in tre anni, sarebbero state trasportate circa 76.000 persone. Alla stazione di Bobigny si è svolto il momento commemorativo, alla presenza del sindaco di Bobigny, De Paoli.

Amministratori a Bobigny con il Sindaco De Paoli


"Particolarmente significativa è stata l'accoglienza che ci ha riservato il sindaco della cittadina che ha voluto con noi partecipare alla commemorazione sui luoghi oggetto del viaggio"
hanno aggiunto. Come di consueto è stata posata una corona di alloro da parte delle autorità presenti ed è stata donata al primo cittadino locale una targa commemorativa, mentre DE Paoli ha donato al gruppo due volumi che raccontano la tragedia dell'olocausto in Francia.


Il pomeriggio e la mattina di sabato 10 marzo sono stati dedicati alla scoperta della Ville Lumière: accompagnati dalle spiegazioni delle guide, i partecipanti hanno visto Notre Dame con il quartiere di Île de la Cité e la Senna, la Sorbona, la tour Eiffel, gli Champs-Élysées, il quartiere di Montmartre con la basilica del Sacro Cuore, il quartiere Marais, gli esterni dei musei del Louvre e d'Orsay.

Immagini di Drancy


Nel pomeriggio, il gruppo si è diretto a Digione dove è rimasto per il pernottamento. La mattina di domenica 11 marzo, prima di riprendere la via di casa, c'è stato lo spazio per la visita della capitale della Borgogna e della gastronomia francese: oltre al centro storico, l'attenzione si è concentrata sul Palazzo dei Duchi di Borgogna e sulla cattedrale.
Il rientro nella Brianza è avvenuto intorno alle 21. Anche questa volta, sono stati condivisi valori comuni nella riflessione sulle repressioni del secondo conflitto mondiale.

Contributo fotografico a cura di Andrea Nobile

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco