Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 186.133.946
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 13/10/18

Lecco: V.Sora: 83 µg/mc
Merate: 83 µg/mc
Valmadrera: 83 µg/mc
Colico: 74 µg/mc
Moggio: 82 µg/mc
Scritto Domenica 15 aprile 2018 alle 14:58

Maresso: messa alla presenza dei volontari del gruppo AIDO

Si è tenuta domenica 15 aprile la messa dedicata al ricordo e al sostegno del gruppo Aido, l'Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule, che questa mattina era presente con alcuni suoi volontari alla celebrazione liturgica in chiesa a Maresso.

I volontari dell'Aido di Casatenovo-Missaglia-Monticello questa mattina a Maresso

All'ingresso della parrocchia infatti, i rappresentanti del sodalizio di Casatenovo, Missaglia e Monticello hanno allestito un piccolo tavolino dove moduli, volantini e fogli informativi sono stati messi a disposizione della comunità per sensibilizzare i cittadini sul tema della donazione e dell'aiuto che ciascuno di noi può dare al prossimo. I volontari hanno raccolto offerte libere nel corso della mattinata, e come ringraziamento simbolico sono stati distribuiti dei vasetti di primule a tutti coloro che hanno manifestato interesse e solidarietà nei confronti delle tematiche affrontate dall'associazione.


Significativa è stata poi la cartolina contenente la "preghiera del donatore", la quale è stata letta durante la celebrazione dopo la comunione, e che ha focalizzato l'attenzione proprio sull'opportunità di donare agli altri come gesto per fare del bene anche a se stessi. La messa è stata celebrata da don Guido Limonta, che dopo la benedizione iniziale ha ringraziato i volontari presenti e seduti nelle prime panche della chiesa maressese, sia per la loro presenza a questo momento solenne, sia per il ruolo sociale che svolgono e che portano avanti con fierezza.


"L'Aido da sempre dimostra una grandissima attenzione al prossimo e al più bisognoso e non è quindi errato fare un riferimento alla vocazione dell'amore cristiano che si propone proprio di mettere al centro di una relazione il senso del dono e della fede. Oggigiorno è sempre più facile essere e comportarsi in modo egoistico e superficiale, ma i volontari qui presenti danno un bellissimo segno dell'esistenza di una parte attiva della comunità che cerca di diffondere un messaggio di speranza concreto, coinvolgendo chiunque nell'aiuto reciproco. Ciò che quindi dovremmo chiedere oggi è proprio perdono per tutte le volte che questa volontà è venuta a mancare in noi, facendoci diventare più deboli e fragili"
sono state le parole del sacerdote che hanno aperto la celebrazione.

Don Guido Limonta

Al momento dell'offertorio poi, nella presentazione dei doni all'altare, i volontari hanno portato un vassoio con una rosa spezzata che necessita una cura adeguata per rinvigorirsi, simbolo dell'Aido, a testimonianza dell'impegno concreto che può essere messo in atto da noi in prima persona per provvedere ai vari tipi di cura richiesti all'interno di una società.


La celebrazione si è quindi conclusa con un rinnovato pensiero da parte di don Guido nei confronti della generosità dei membri dell'associazione, che da anni ormai promuovono il loro messaggio solidale cercando di coinvolgere la popolazione soprattutto nei maggiori momenti di ritrovo come ad esempio la messa domenicale.

M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco