Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 173.360.461
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 18/04/18

Lecco: V.Sora: 108 µg/mc
Merate: 105 µg/mc
Valmadrera: 110 µg/mc
Colico: 101 µg/mc
Moggio: 115 µg/mc
Scritto Lunedì 16 aprile 2018 alle 14:14

Bulciago: Ivano Gobbato ospite del circolo di lettura su Marquez

Continuano gli appuntamenti del Circolo di Lettura di Bulciago. Cullato dalla voce di Ivano Gobbato, venerdì il pubblico della sala conferenze "Sandro Pertini" è volato in America Latina nel villaggio di Macondo descritto dal Premio Nobel Gabriel Garcia Marquez nel suo indimenticabile "Cent'anni di solitudine".

A sinistra Ivano Gobbato

Al di là della densa e intricata trama, la storia di sette generazioni della famiglia Buendìa, il commento di Gobbato si è soffermato sulla cifra distintiva della produzione letteraria dello scrittore colombiano: il realismo magico. Riferimenti realistici e elementi fantastici si intrecciano senza soluzioni di continuità in modo naturale, senza suscitare scandalo o scetticismo tra i lettori e i personaggi. Sono stati ricordati i morti che entrano e escono nella scena narrativa oppure bellissime ragazze, Remedios la Bella, che ascendono in cielo o ancora morbi immaginari che provocano un'irreversibile perdita della memoria. In questo contesto magico i personaggi riescono a interagire normalmente senza creare stupore nel lettore che invece, è a suo agio nel seguire le vicende della famiglia Buendìa.


L'intervento di Gobbato si è concluso con un parallelismo tra la contemporaneità e le vicende del romanzo: protagonista ineffabile ma decisivo è la solitudine. In "Cent'anni di solitudine" è talmente presente che anche i morti si sentono soli e tornano a trovare i vivi mentre nel mondo attuale sembra rappresentare l'altro lato della medaglia di un mondo sempre più interconnesso.


Grazie alla lettura e al commento di Gobbato, "Cent'anni di solitudine" è riuscito ancora a conquistare gli spettatori della biblioteca di Bulciago. a oltre cinquant'anni dalla sua pubblicazione nel 1967.
A.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco