Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 186.455.610
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 13/10/18

Lecco: V.Sora: 83 µg/mc
Merate: 83 µg/mc
Valmadrera: 83 µg/mc
Colico: 74 µg/mc
Moggio: 82 µg/mc
Scritto Martedì 15 maggio 2018 alle 22:21

Oggiono: 2 criticità viabilistiche segnalate dalla minoranza e la caserma i temi del CC

Si è riunito nella serata di ieri il consiglio comunale a Oggiono. Ad aprire la seduta è stata la comunicazione del primo cittadino Roberto Ferrari in merito al cantiere per la nuova caserma dei carabinieri in Via Kennedy, rimasto fermo per anni a seguito di problematiche relative sia all'appalto, sia ai fondi necessari per realizzare le due palazzine previste.
"Questa mattina è stata effettuata la consegna dei lavori dell'opera appaltata - ha dichiarato il sindaco - e la conclusione è stata stimata per la fine di marzo 2019 con uno stanziamento di circa 900 mila euro. Non ci resta che incrociare le dita".

I consiglieri di Insieme per Oggiono. Da sinistra Chiara Narciso, Loretta Redaelli e Cesare Panzeri

A seguire il borgomastro, prima di passare all'illustrazione dei punti riguardanti il bilancio, ha risposto alle interpellanze relative alla viabilità proposte dal gruppo di minoranza Insieme per Oggiono. Come prima richiesta, è stata presentata quella relativa alla scarsa visibilità in prossimità dell'incrocio di via Papa Giovanni XXIII e via Milano. "Alcuni cittadini riferiscono - ha spiegato la consigliera Chiara Narciso - la presenza di una recinzione sulla pubblica via in parte ricoperta di folta vegetazione che ostruisce la vista e segnalano anche come la stessa sia danneggiata e pericolosa. Vorremmo sapere cosa vorreste fare in merito e in che tempi visto che questa situazione è già stata fatta presenza lo scorso 21 marzo".


Tempestiva la risposta di Ferrari che, oltre a rimarcare come la situazione morfologica della zona sia già di per sé un ostacolo alla visibilità - senza mancare sottolineature rispetto all'operato della precedente amministrazione - ha ribadito di aver preso contatti con il privato. "Tengo a precisare che il cittadino ha sempre tenuto un comportamento collaborativo e che - ha aggiunto - abbiamo valutato la collocazione di uno specchio. Ovviamente i tempi di intervento saranno coincidenti con il reperimento del materiale".
Analoga situazione di emergenza anche sulla strada provinciale per Annone all'altezza della via Bachelet dove le auto - a

Il sindaco Roberto Ferrari
detta di segnalazioni da parte della cittadinanza - viaggerebbero ad una velocità estremamente elevata. "Vorremo anzitutto sapere se l'amministrazione è a conoscenza di tale situazione - ha letto il consigliere Cesare Panzeri - visto che la popolazione ci ha confermato di aver effettuato più segnalazioni alla polizia locale". Anche in questo caso la risposta di Ferrari ha delineato i punti critici della questione: "stiamo parlando di una strada provinciale - ha infatti comunicato - che comunque è affiancata sul lato sinistro da un marciapiede di per sé garanzia ai pedoni, oltre che caratterizzato dalla presenza di segnaletica verticale e orizzontale. Come soluzione valida sono certo ricorderete che abbiamo da poco acquistato un telelaser che a breve sarà in funzione". Nonostante le segnalazioni dei residenti, dalle statistiche della polizia locale non sono emersi casi di sinistri negli ultimi tre anni anche se ciò non toglierebbe - a detta dell'opposizione - la pericolosità del tratto d'arteria.
Parzialmente soddisfatta dei riscontri la minoranza, anche se poco convinta è sembrata la Narciso circa gli interventi su via Papa Giovanni XIII. "A mio parere non c'è stata alcuna pulizia dalla vegetazione, cosa strana a maggior ragione se il privato è collaborativo e allo stesso modo: due mesi per uno specchio mi sembrano lunghi".
A.Ba.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco