Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 178.011.249
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 20/06/18

Lecco: V.Sora: 150 µg/mc
Merate: 159 µg/mc
Valmadrera: 161 µg/mc
Colico: 167 µg/mc
Moggio: 155 µg/mc
Scritto Lunedì 11 giugno 2018 alle 16:01

Casatenovo: una domenica all'insegna del calcio in oratorio ricordando il volontario Natale

Nella giornata di domenica 10 giugno un torneo di calcio a cinque ha ricordato Natale - per tutti Natalino - Redaelli.

I Pescara Manzia, primi classificati

Storico collaboratore dell'oratorio di Casatenovo, volontario del campeggio, direttore sportivo per molte società calcistiche del territorio, tra cui la San Giorgio Calcio, ma anche volontario dell'Auditorium; queste erano solo alcune delle occupazioni di Natale, scomparso quasi due anni fa, mentre si trovava in campeggio in Val d'Aosta con i ragazzi dell'oratorio di terza media.

La Benessere Spa e sotto gli Insensibili, al secondo e terzo posto in classifica


Il calcio era una delle grandi passioni di Natale, che ha speso diversi anni della sua vita sia come allenatore prima, che come dirigente poi, sempre a servizio dei suoi ragazzi che tanto amava. Proprio per questo motivo, due anni fa è nata l'idea, da parte dei suoi figli Simone e Serena, di lanciare un torneo di calcio in ricordo del padre. La Natalino Cup, così si chiama la competizione amichevole, anche quest'anno ha raggiunto grandi numeri, raccogliendo molte iscrizioni.

Don Andrea Perego con Simone e Serena Redaelli, figli di Natale. Sotto la premiazione della piccola Aurora


Centottanta iscritti divisi in ben ventiquattro squadre si sono dati appuntamento quindi nella mattinata di domenica sul campo in erba dell'oratorio per sfidarsi in partite di calcio a cinque, nei campetti giallo e arancio, preparati dai quasi 30 volontari. A fare da cornice alle battaglie sportive, una giornata calda e soleggiata che ha attirato in oratorio numerosi amici, parenti e spettatori da tutta Casatenovo ed oltre. In aggiunta un servizio di cucina con salamelle, patatine, ed altre prelibatezze hanno sfamato tutti le persone presenti.

Natale Redaelli

Ad aprire la giornata di sport, un intervento di don Andrea Perego, vicario per la pastorale giovanile della comunità pastorale e presidente del Gso San Giorgio, con qualche ringraziamento ed un breve momento di preghiera comunitario. "Vorrei iniziare questa giornata con un grande applauso da parte di tutti per Natale. Sicuramente lui ci starà guardando dal cielo mentre giochiamo a calcio, una delle sue grandi passioni. Un applauso però va fatto anche a Simone e Serena, i figli di Natale, per il loro impegno e dedizione in questa iniziativa, che anche quest'anno ha raccolto moltissime persone tra partecipanti e spettatori. Un grande grazie anche a loro" ha affermato don Andrea Perego.

I volontari della manifestazione


Una parola è stata spesa anche da Simone Redaelli, il figlio del volontario casatese. "La motivazione di questo torneo è sicuramente il ricordo di Natale, che tanto amava l'oratorio e questo sport. Questa, infatti, è anche una grande festa per lo sport, un'occasione per riunire tante persone che possono combattere e divertirsi, sempre però con uno spirito amichevole e rispettoso. Il fair play è per noi un punto molto importante, vogliamo che ogni giocatore, prima della competizione, agisca con spirito amichevole e rispettoso dell'avversario".


Il torneo ha preso dunque il via nella mattinata ed è proseguito fino a tardo pomeriggio tra fase a gironi, ottavi, quarti, semifinali, finale terzo e quarto posto e finalissima primo e secondo posto. Al termine della competizione, spazio alle premiazioni prima di salutare tutte le persone coinvolte. La prima ad essere premiata è stata Aurora, una bimba di pochi mesi che ha vinto il concorso "Natalino Cup nel mondo", che prevedeva di farsi fotografare con la maglietta della manifestazione in un posto qualsiasi nel mondo; la piccolina è stata quella che, con la sua foto, ha raggiunto più like sulle pagine social del torneo.


A seguire, la premiazione dei primi tre classificati: al terzo posto la squadra degli "Insensibili", al secondo la "Benessere SPA", caduta proprio negli ultimi istanti della finalissima, mentre al primo posto, dopo la seconda posizione raggiunta nella passata edizione, i ragazzini della squadra "Pescara Manzia", che hanno potuto alzare la coppa più importante.


Una giornata quindi all'insegna dello sport e del divertimento, che ha visto il campo dell'oratorio riempirsi, ancora una volta, di moltissime persone. L'appuntamento ora è per il prossimo anno, per la terza edizione della Natalino Cup.
Alessandro Vergani
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco