Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 181.644.558
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 28/07/18

Lecco: V.Sora: 146 µg/mc
Merate: 159 µg/mc
Valmadrera: 197 µg/mc
Colico: 159 µg/mc
Moggio: 112 µg/mc
Scritto Lunedì 11 giugno 2018 alle 16:50

Molteno e il treno: una mostra sul modellismo

La seconda edizione della mostra "Molteno e il treno", allestita presso la sala mensa dell'istituto comprensivo di Molteno e la sala consiliare a Villa Rosa, è stata un grande successo.


Dopo altre tappe nel lecchese e comasco, la mostra è approdata nel paese per mostrare a un pubblico numeroso la riproduzione della ferrovia Como-Lecco, a partire dalla stazione di Albate Trecallo, proseguendo per Cantù, Merone, Moiana, Molteno e Sala al Barro. "Gli altri moduli sono in via di realizzazione, perché vogliamo completare questo lavoro e proporlo anche per saloni aziendali, dato che si presta ad essere allestito in spazi ampi. Inoltre, ci proponiamo di divulgare la conoscenza della nostra struttura ferroviaria, risorsa importante per il territorio. La mostra è stata voluta fortemente dall'amministrazione comunale, in particolare dal vicesindaco, l'avvocato Giuseppe Chiarella. Abbiamo anche ricevuto il sostegno di alcune aziende del settore, che ci hanno permesso di dare in omaggio cataloghi e brochures ai visitatori: ad esempio la Hornby, che ha acquistato la Rivarossi, storico marchio comasco, e la Piko, che ha sede a Verano Brianza. A margine dell'evento è stata organizzata una conferenza sul libro "La ferrovia Como-Lecco - Tra ferro, legno e seta nel cuore della verde Brianza '', scritto da me con Roberto Ghioldi, per far conoscere la storia delle infrastrutture del nostro territorio in ottica culturale, tecnica ma anche turistica" ha spiegato Salvatore Bordonaro del Club Treni Brianza.


L'affluenza all'evento è stata molto buona: alcune centinaia di visitatori hanno ammirato gli esemplari di modellismo ferroviario mostrati presso la sala mensa, comandato un treno con un tablet e apprezzato le riproduzioni architettoniche in mattoncini, i diorami militari e civili e alcuni esempi di modellismo navale in Villa Rosa. Inoltre, con un simulatore hanno potuto pilotare un aereo di linea e cimentarsi nella costruzione di modelli grazie a un laboratorio di modellismo per grandi e piccini.


"La nostra associazione ha sede ad Asso. Siamo tutti volontari appassionati di questo mondo e con competenze specifiche, che spaziano dalla lavorazione del legno all'elettronica, per costruire treni modelli su strutture come questa. Siamo molto felici della collaborazione del comune e dell'associazione Como in Treno per questa splendida iniziativa, che puntiamo a proporre a cadenza regolare" ha concluso Bordonaro.
R.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco