Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 186.358.012
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 13/10/18

Lecco: V.Sora: 83 µg/mc
Merate: 83 µg/mc
Valmadrera: 83 µg/mc
Colico: 74 µg/mc
Moggio: 82 µg/mc
Scritto Lunedì 11 giugno 2018 alle 22:17

Cassago: Lectura Dantis, tappa in loc.Zizzanorre

Scoprire il territorio e leggere i versi danteschi in alcune delle ville e delle piazze più suggestive della Brianza. E' questa la formula scelta dal Consorzio Villa Greppi per la seconda edizione della rassegna primaverile "Lectura Dantis", dedicata alla "Divina Commedia". Domenica 10, è stato il turno di Cassago Brianza con l'apertura straordinaria della villa Lurani-Pedroli nella località di Zizzanorre.


La lettura e l'analisi dell'opera dantesca è stata preceduta dalla visita guidata del mausoleo Visconti a Tremoncino che i presenti hanno potuto scoprire, accompagnati dalle guide Dario Casati e Davide Redaelli dell'associazione Sajopp. Spostatisi a Zizzanorre dopo un'escursione sul territorio cassaghese, gli iscritti alla giornata hanno ascoltato l'intervento di Laura Caspani, consulente del Consorzio per la storia del territorio, che ha offerto un quadro storico-artistico della villa Lurani-Pedroli. "Non è un semplice cascinale ma era diventata la residenza dei nobili Nava" ha detto, spiegando come le prime testimonianze risalgono agli anni '70 del quindicesimo secolo: "l'impianto è rimasto lo stesso".


Nel cortile della villa ha preso la parola anche uno degli attuali proprietari, Luca Petroli, che ha ripercorso gli anni più recenti della vita della villa di Zizzanorre. "Dopo alcuni lavori di lavoro e restauri vari, con mio padre e la famiglia abbiamo cominciato a risiedervi dagli anni '80". Prima dell'inizio del viaggio lungo le orme dantesche con la professoressa Claudia Crevenna, la parola è passata per i saluti istituzionali alla sindaca di Cassago Brianza, Rosaura Fumagalli, e alla presidente del Consorzio Villa Greppi, Marta Comi. "Aprire e far vivere questi luoghi è un servizio importante per il territorio" ha detto la prima cittadina, definendo la villa Lurani-Pedroli "un vero paradiso in terra con intorno i colori e il profumo dei fiori".


Scontati i ringraziamenti ai soggetti capaci di animare la giornata del 10 giugno: l'associazione Sajopp, il pubblico, la famiglia Pedroli e il Consorzio Villa Greppi. Anche la presidente Marta Comi non ha nascosto la sua soddisfazione per l'elevata partecipazione agli appuntamenti della "Lectura Dantis", "rassegna che abbina le visite a alcuni dei luoghi più suggestivi del territorio con la lettura dei passi del Sommo Poeta".


Un appuntamento che si unisce agli altri realizzati o messi in cantiere dal Consorzio Villa Greppi. Terminati gli interventi istituzionali, la parola è passata alla dottoressa Crevenna che ha disegnato le coordinate geografiche e di senso della cantica del Purgatorio di cui ha analizzato il primo canto. "Il Purgatorio è l'unica terra emersa dell'emisfero meridionale e la provvisorietà è la cifra distintiva di tutto il cantico: le anime non si trovano in una condizione definita ma sono in viaggio".


A seguirle e a conoscerne le storie insieme a Dante, domenica c'era anche il pubblico presente in villa Pedroli a Zizzanorre.
A.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco