Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 186.356.982
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 13/10/18

Lecco: V.Sora: 83 µg/mc
Merate: 83 µg/mc
Valmadrera: 83 µg/mc
Colico: 74 µg/mc
Moggio: 82 µg/mc
Scritto Lunedì 11 giugno 2018 alle 23:21

Casatenovo, centro: è ripartito il confronto con 'Ferrarini' su una bozza di convenzione

Piccolo passo in avanti nel complesso iter che riguarda la riqualificazione del centro di Casatenovo nell'ambito dell'accordo di programma per il trasferimento - ormai già avvenuto da anni - del salumificio Vismara a Cascina S.Anna di Campofiorenzo. Negli scorsi giorni la proprietà Ferrarini ha presentato in Comune una bozza di convenzione relativa al proprio piano integrato di intervento. Ad annunciarlo pubblicamente è stato il sindaco Filippo Galbiati nel corso dell'assemblea di frazione svoltasi a Cascina Bracchi. Dopo aver sinteticamente tracciato la storia dell'accordo di programma e gli ultimi passi compiuti dalla giunta - con l'adozione di due dei piani integrati, quelli pervenuti con tanto di convenzione definitiva dalle altre proprietà coinvolte ovvero Immobiliare Casatenovo e Devero - il primo cittadino ha aggiornato i cittadini rispetto agli ultimi risvolti della vicenda.

Un'immagine dell'area ex Vismara, nel cuore di Casatenovo

''Negli scorsi giorni Ferrarini ha presentato la convenzione. Non siamo ancora in grado di portarla in commissione e in adozione in giunta perche gli uffici hanno già inviato delle contrededuzioni: a questo punto però il passaggio in Regione diventa ancora più importante, perché ora c'è una convenzione su cui ragionare che vorremmo sottoporre all'assessore regionale, peraltro quella principale'' ha spiegato Galbiati, facendo riferimento alla lettera inviata di recente dall'intero consiglio comunale casatese ai nuovi vertici regionali e provinciali, per accendere i riflettori sull'importante questione urbanistica e chiedere un rinnovato sostegno per poter raggiungere l'obiettivo di veder riqualificata l'ampia porzione del centro oggi occupata dai capannoni ormai dismessi di Vister e Vismara.
Una novità confermata dall'assessore all'urbanistica Marta Comi che sta seguendo da vicino la complessa vicenda. ''Abbiamo avviato una procedura di confronto con la proprietà Ferrarini-Vismara sulla base della bozza di convenzione che ci è pervenuta e che a nostro parere è ancora mancante di alcuni dati che avevamo chiesto. E' una prassi assolutamente normale che avviene per tutti i piani di questo tipo, ma siamo ovviamente fiduciosi che l'iter possa proseguire nelle prossime settimane e che la convenzione arrivi completa rispetto a quanto è stato chiesto''.



Due anni fa in accordo con Regione e Provincia, il Comune di Casatenovo aveva stabilito di separare i destini delle tre proprietà e consentire loro di presentare piani integrati differenziati pur in un progetto unitario del centro; piani integrati ciascuno con una sua convenzione ed i relativi temi economico-finanziari. Se Devero e Immobiliare Casatenovo hanno presentato quanto era stato loro chiesto e i relativi piani sono stati già adottati, sull'area Vismara-Ferrarini il p.i.i. è già pronto, ma il Comune è in attesa da mesi ormai della convenzione.
''Spero che si arrivi all'approvazione dei piani in questo mandato e alla sottoscrizione delle convenzioni in modo da lasciare quanto meno le garanzie fiediussorie alla prossima amministrazione'' ha aggiunto il sindaco, con un aggiornamento rispetto al piano di caratterizzazione che si sta portando avanti in questi giorni nell'ex Vister, con carotaggi specifici. ''Questa fase di indagine si chiuderà tra pochi giorni: ci saranno poi le analisi di laboratorio seguite da Arpa, ente competente. Sulla Vismara invece non ci sono grosse problematiche''.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco