Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 181.644.607
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 28/07/18

Lecco: V.Sora: 146 µg/mc
Merate: 159 µg/mc
Valmadrera: 197 µg/mc
Colico: 159 µg/mc
Moggio: 112 µg/mc
Scritto Martedì 12 giugno 2018 alle 08:31

A C.na Bracchi-Galgiana la 4° assemblea di frazione. Presentati i lavori in programma

Cassina de' Bracchi e Galgiana: questa la quarta tappa del ciclo delle assemblee di frazione, organizzate dalla consulta frazioni e dall'amministrazione casatese.
Secondo la formula abituale, la prima parte dell'incontro è stata dedicata alla presentazione dei progetti della consulta con il presidente Gaetano Caldirola mentre il sindaco Galbiati ha illustrato le tematiche relative all'intero territorio. Poi, la presentazione di alcuni interventi sul territorio di Galgiana e Cassina, dopo un saluto del vicesindaco Comi. "Grazie alla consulta, composta da maggioranza, opposizione e cittadini, che lavora tutto l'anno per cercare di tenere sotto controllo le esigenze che emergono dal nostro territorio".



Gaetano Caldirola, presidente della consulta per la valorizzazione dei rioni e delle frazioni

Novità del 2018, la presentazione di una "cartolina" della frazione, con punti di forza e di debolezza del territorio. A presentare quella di Galgiana è stato Caldirola. "Tra i punti di forza, c'è una fitta rete di marciapiede e una pista ciclopedonale molto usata e apprezzata: per socializzazione e benessere fisico fa molto per i nostri cittadini. Poi c'è Villa Mariani, centro artistico e culturale importante; la possibilità di accedere, verso nord e sud, a molte aree verdi; diverse associazioni con finalità sportive, di intrattenimento, culturali e ambientali e anche l'importante gruppo di volontari del Piedibus, sia a Galgiana che a Cassina. Tra i punti di debolezza c'è la mancanza di esercizi commerciali; un tessuto sociale che in questi anni è molto cambiato, per via della crescita della popolazione: rispetto al senso civico, è importante costruire un senso di appartenenza con questo nuovo tessuto sociale; il problema della velocità sostenuta sulle tre vie principali -S.Biagio, Foscolo e Buttafava- e la disponibilità limitata di parcheggi in caso di eventi particolari a Villa Mariani", ha spiegato Caldirola, presentando poi alcuni interventi svolti negli scorsi mesi.



Gli aministratori intervenuti alla serata

Terminato l'intervento sulla strada campestre di fianco al cimitero. "Era l'ultimo lavoro sul cimitero, importante perché senza un consolidamento della ripa c'erano continui smottamenti di terra e acqua all'interno". A breve partirà invece un intervento sulla ciclopedonale, diviso in due lotti. "Il primo lotto è fino a via S.Michele, per poi terminare il tratto mancante, secondo lotto, successivamente: vedremo con l'assessore se si riuscirà ad inserirlo nel 2018 o 2019. Si prevede il rifacimento e la manutenzione del fondo. Sarà eliminato l'autobloccante, bello ma complesso per la manutenzione, e sostituito con un manto in asfalto", ha spiegato, mentre l'assessore Pirovano ha illustrato la piantumazione sulla stessa pista. "Una trentina le piante messe a dimora e tra esse una piccola siepe per inverdire il tratto esposto su via S.Biagio". Non solo maggior verde ma anche più protezione e sicurezza verso la strada, come evidenziato da Caldirola, che ha poi citato l'asfaltatura di via S.Biagio nei prossimi mesi o all'inizio del 2019.




Il sindaco Galbiati

Poi, il tema della viabilità, guardando anche in prospettiva, come "la rotatoria tra via Dante, Volta e S.Biagio, per rallentare il traffico verso Cassina, facilitare l'intersezione di via Volta e intervenire sul tema dell'allagamento che a volte si genera. È una proposta, stiamo guardando al futuro. È un investimento significativo ma ci sembra un aspetto importante". Poi, anche l'ipotesi di modifica dei parcheggi nel tratto della floricultura Colombo, con la creazione di una variazione altimetrica per rallentare prima del centro frazione. Una variazione altimetrica, con dossi lunghi diversi metri, potrebbe essere ipotizzabile anche per via Foscolo. Poi, un tema presentato l'anno scorso nell'ambito della MobiVia.





"L'ipotesi di un percorso ciclopedonale sul retro di Villa Mariani entrando da via Bellini per un passaggio in sicurezza in centro e valorizzare il retro della Villa dal punto di vista artistico, monumentale e ambientale. Si tratta di una proposta della consulta, peraltro su vie private, in prospettiva, su cui vorremmo raccogliere un parere".
Ultimo tema relativo a Galgiana, il viale del cimitero. "È bello ma, sfortunatamente, poco funzionale. Ci siamo interrogati sulle modalità di modifica del parcheggio ma, ad oggi, bilanciando pro e contro - su una zona di interesse artistico, con la sovrintendenza che ha attenzione particolare, e la cui costruzione ha richiesto investimenti notevoli - non abbiamo una soluzione. Resta comunque un punto di attenzione. Riguardo l'illuminazione, in un punto centrale, dove la sicurezza è importante, il tema è stato posto più volte a uffici e amministrazione. Si sta adottando un intervento radicale di sostituzione sulla parte, dopo che, negli anni, si sono fatti interventi sfortunatamente non risolutivi", ha concluso Caldirola.
A presentare "cartolina" e tematiche relative a Cassina de' Bracchi è stata invece il consigliere e membro della consulta Monica Penati.
"Sono felice che si svolga qui l'assemblea: questa sala con queste foto è davvero bella", ha ricordato, riferendosi alle foto esposte per la mostra "C'era una volta a Casatenovo". "Tra i punti di debolezza c'è il fatto che non ci sono molti esercizi commerciali per i beni di prima necessità. Poi, la parte industriale dei capannoni, che oggettivamente non è meravigliosa agli occhi. Infine, la via principale che collega ad Usmate e quindi verso Milano è molto trafficata: penso che l'idea di una rotonda sia buona. Tra i punti di forza, sicuramente l'associazionismo giovane: la festa di S.Anna si svolgerà tra poco. È poi inserita in una zona verde, con possibilità di accedere ai boschi e passare tempo all'aperto, sulla pista ciclopedonale o nel parchetto dietro la chiesa", ha ricordato, illustrando poi alcuni interventi.





Completati i due marciapiedi in via Galilei. "Vorrei capire come vi trovate con la prova di senso unico, se vi sembra più sicuro", ha commentato Penati, illustrando poi un'altra tematica relativa alla via. "Si era discusso della riqualifica della montagnetta, con la possibilità di creare un polmone, una zona di stacco tra centro sportivo e zona residenziale. L'ipotesi è quella di un parchetto. Si pensava anche ad una zona giochi ma si pensa sia meglio sviluppare e conservare quella sopra la chiesina e lasciare questa zona come parchetto", ha spiegato Penati, mentre Caldirola ha precisato che si pensa di "creare un cuscinetto, con cunette isolanti sia acusticamente che visivamente e con piante".


Infine, altre due precisazioni sui marciapiedi. "La rete di marciapiedi è bella, fitta e sicura. Ci sono due criticità", ha spiegato Caldirola, riferendosi in particolare al tratto di marciapiede "mancante" in via Dante, di fronte alla scuola primaria. "È un aspetto secondario perché quando c'è un marciapiede sul lato opposto, si da precedenza ad altre tratte, ma lo ricordiamo perché è un aspetto importante della pedonalizzazione". L'ipotesi è anche di un tratto di marciapiede in via Stoppani, "una strada diversificata in larghezza dunque andrà vista con attenzione. Sicuramente è aspetto importante", ha concluso Caldirola.
L.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco