Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 186.356.714
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 13/10/18

Lecco: V.Sora: 83 µg/mc
Merate: 83 µg/mc
Valmadrera: 83 µg/mc
Colico: 74 µg/mc
Moggio: 82 µg/mc
Scritto Mercoledì 13 giugno 2018 alle 09:54

Oggiono: la minoranza critica le spese per il passaggio a città

L'assise comunale di Oggiono di lunedì 11 giugno ha trattato tra gli ultimi punti all'ordine del giorno la variazione al bilancio illustrata nella seduta dello scorso 25 maggio dall'assessore Lamberto Lietti, argomento che ha però scatenato un acceso confronto tra gli amministratori.
"Vorrei osservare che - ha esordito il consigliere di minoranza Giancarlo Rusconi citando i costi a bilancio - la proclamazione di Oggiono come città ha richiesto al comune una spesa di circa 24mila euro. Alcuni cittadini mi chiedono giustificazioni o mi dicono ‘ma ne valeva la pena'? Vi chiedo quindi se prima di procedere avete valutato attentamente i costi".

Il sindaco Ferrari tra l'assessore Lietti e la segretaria dr.ssa Vignola

La questione è scaturita dal dato riferito al pagamento - tra le varie spese assunte - di 1000 euro per la fanfara comasca per accompagnare la proclamazione con inni e canti ufficiali, una cifra questa insieme ad altre che non torna al gruppo Insieme per Oggiono dubbioso sulla spesa ritenuta eccessiva.
"Il costo per la proclamazione sarebbe stato a prescindere di 10 mila euro - ha replicato il primo cittadino Roberto Ferrari - la restante somma invece è stata investita per dare solennità all'evento perché l'abbiamo valutata necessaria. Abbiamo risparmiato su molti fronti e non dimentichiamo che anche in passato, per i festeggiamenti del 350esimo anniversario di Oggiono, erano stati distribuiti portachiavi e sostenute spese rilevanti. Se è importante e necessario? - ha concluso - è un passaggio fondamentale per la nostra storia".

I consiglieri di maggioranza. Da siinistra Bergna, Villa, Ceresa e Teruzzi

A sostegno del sindaco il consigliere Ferdinando Ceresa che ha richiamato gli amministratori - a suo dire - al buon senso: "stiamo parlando di 2 euro a famiglia oltre che di un evento e di un passaggio che aveva a suo tempo ricevuto l'unanimità in consiglio per cui ora mi pare che si stia andando a cercare il pelo nell'uovo. Questa è una festa che va al di là de pensiero politico, non cadiamo nel populismo sciocco e pensiamo alla storia della nostra città".
Nulla da replicare ha avuto la minoranza che comunque si è astenuta sulla variazione in fase di votazione.
A.Ba.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco