Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 189.969.017
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 25/11/18

Lecco: V.Sora: 50 µg/mc
Merate: 42 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 39 µg/mc
Moggio: 65 µg/mc
Scritto Lunedì 09 luglio 2018 alle 15:31

Cassago chiama Chernobyl: il moto-raduno d'epoca a sostegno dell'attività del gruppo

Per la quattordicesima edizione è tornato il raduno di auto e moto d'epoca a Cassago Brianza, organizzato dall'Associazione Cassago Chiama Chernobyl in collaborazione con l'Istituto Sant'Antonio Opera Don Guanella, con il Veteran Car Club di Como e con il Moto Club Brianza.


Alla manifestazione non è mancato neppure il patrocinio dell'amministrazione comunale di Cassago Brianza e del Consolato Generale d'Ucraina a Milano. Nello spazio di fronte alla scuola media in località Campiasciutti si sono radunati più di una settantina di veicoli tra auto e moto che hanno preso parte al giro turistico con aperitivo attraverso i comuni di Cassago Brianza, Cremella, Barzanò, Barzago, Sirone, Oggiono, Molteno, Rogeno, Garbagnate Monastero, Costamasnaga, Cibrone, Tabiago, Nibionno, Bulciago, Bulciaghetto, Cassago Brianza. Al termine per gli iscritti e al costo di quindici euro è stato possibile anche fermarsi presso il pranzo organizzato nel cortile dell'Istituto Sant'Antonio Opera Don Guanella.

I volontari delle associazioni che hanno organizzato la manifestazione


"Questa manifestazione arrivata ormai al quattordicesimo anno è ancora un modo per coinvolgere le persone e sensibilizzarle sul tema dell'accoglienza ai ragazzi e alle ragazze dai sette ai diciotto anni che vivono nella regione di Chernobyl" ha detto Armando Crippa, presidente dell'associazione Cassago Chiama Chernobyl che negli anni ha stretto un forte rapporto con le autorità e la popolazione ucraina.

Le premiazioni: ultimo a destra il presidente del sodalizio cassaghese, Armando Crippa


Ad aprile 2017 è stato organizzato e spedito nell'ex repubblica sovietica un carico di materiale sanitario messo a disposizione dagli ospedali del territorio, dal Pio Albergo Trivulzio di Milano con un tavolo operatorio fornito dall'Azienda Ospedaliera di Lecco. L'obbiettivo è quello di migliorare sensibilmente la qualità degli interventi clinico sanitari dell'ospedale della regione di Chernigov.


L'associazione di Cassago Brianza si è anche fatta promotrice della mostra di pittura "Affetti Colori Emozioni dei bambini di Chernobyl", inaugurata nel febbraio dell'anno scorso presso il consolato ucraino di Milano e trasferita e visitabile nel paese dell'Europa orientale, con l'Alto Patrocinio dell'Ambasciata italiana in Ucraina, fino al 10 maggio 2018. L'anno precedente l'impegno dell'Associazione Cassago Chiama Chernobyl si è rivolto anche all'Italia e, in particolare, alle popolazioni delle zone centrali della Penisola colpite dal terremoto. Più di seimila euro sono stati versati dall'associazione al comune di Acquasanta Terme in provincia di Ascoli e Piceno grazie ai fondi raccolti nella piazza centrale di Lecco e al legame istauratosi tra l'amministrazione comunale di Cassago Brianza e quella di Acquasanta Terme.


Sono queste le attività a corollario dell'impegno centrale in favore dei bambini e delle bambine che risiedono nella zona di Chernobyl. Sono circa settanta quelli arrivati a luglio e ospitati in altrettante famiglie e altrettanti quelli in arrivo a fine mese. Con loro saranno spedite anche derrate alimentari da destinare ai campi profughi dove risiedono le persone in fuga dalle zone di guerra nella zona est del paese. "Attraverso banchetti fuori dai supermercati di Cassago Brianza e Nibionno, stiamo raccogliendo il primo carico di merci e alimenti per i profughi nella regione di Chernigov" ha spiegato Armando Crippa.


Dopo aver ringraziato i presenti, il centro Don Guanella, l'amministrazione, il consolato e le attività commerciali e aver consegnato i premi per il gruppo più numeroso, la moto e l'auto più datata, il conducente più giovane e più anziano, il presidente ha dato a tutti appuntamento all'anno prossimo.
A.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco