Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 202.422.049
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 03/06/19

Lecco: V.Sora: 181 µg/mc
Merate: nd µg/mc
Valmadrera: 183 µg/mc
Colico: nd µg/mc
Moggio: nd µg/mc
Scritto Sabato 14 luglio 2018 alle 15:44

Vivere Ello dice no al progetto passerella tra i 2 poli scolastici

I consiglieri di Vivere Ello Elena Pirovano e Danilo Riva
Durante il consiglio comunale di giovedì 12 giugno andato in scena a Ello è tornata a far discutere l'iniziativa della maggioranza finalizzata a costruire un collegamento rialzato tra i due poli scolastici, ormai nota al paese come "progetto passerella".
L'opposizione infatti ha ribadito ancora una volta la sua contrarietà alla realizzazione della struttura sottoponendo al sindaco Virginio Colombo un'interrogazione. "Ancora non avete specificato le motivazioni e l'utilità della passerella - scriveva nel documento il gruppo Vivere Ello - non considerate lo stravolgimento ambientale della costruzione e non avete mai comunicato perché non procedere con la creazione di un'area multifunzionale nel cortile nord della scuola primaria per creare un nuovo spazio mentre, per quanto riguarda la sicurezza, la soluzione alternativa potrebbe essere quella di creare un accesso pedonale da via Carducci. Chiediamo inoltre: i costi della passerella? I vantaggi? E soprattutto, perché non viene considerata la nostra proposta?". Immediata la risposta del primo cittadino che ha precisato di aver anzitutto adottato una soluzione volta a preservare ed adeguare le strutture già presenti senza invece crearne di nuove. "La necessità deriva dal fatto che si vuol mettere in comunicazione i due istituti scolastici con un collegamento che sia sicuro e stabile senza dover far uscire i bambini all'esterno e questo lo abbiamo ripetuto più volte. L'intervento è effettuato in un'ottica globale: se i centri piccoli funzionano bene, allora i centri grandi funzionano bene".
Non soddisfatto il consigliere Danilo Riva che ha sottolineato la mancata replica alle altre domande sottoposte: "non potremo mai ritenerci soddisfatti fino a che non date delle risposte".
Questo disaccordo ha portato il gruppo di minoranza ad esprimere parere contrario anche in occasione dell'ultimo punto all'ordine del giorno riguardante l'assestamento del bilancio di previsione 2018. ''Anche se la variazione è breve - ha infatti commentato Riva - noi daremo un voto contrario perché è comunque un atto che fa parte del bilancio le cui linee programmatiche non sono da noi condivise. Sappiamo che Regione Lombardia non ha concesso lo spazio finanziario, ma è anche vero che invece si avranno entrate statali e con i 60mila euro per tre anni, frutto della fusione di Lario Reti Holding, avremo delle somme in più. Ci aspettiamo - ha poi aggiunto rimarcando il tema del collegamento - che questi soldi vengano investiti a modo e non certo in progetti come quello della passerella".
A.Ba.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco