Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 181.444.543
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 28/07/18

Lecco: V.Sora: 146 µg/mc
Merate: 159 µg/mc
Valmadrera: 197 µg/mc
Colico: 159 µg/mc
Moggio: 112 µg/mc
Scritto Domenica 22 luglio 2018 alle 12:11

Sirtori, Suoni Mobili: Marco Mezquida al piano incanta il pubblico

Un viaggio infinito verso luoghi incantati al confine tra musica classica, contemporanea, jazz e blus attraverso la musica "cardiaca" di un talento straordinario, apprezzato a livello internazionale, in Italia, finalmente, per un doppio concerto per Suoni Mobili dopo il successo di Oreno in trio eccolo quindi in solo a Sirtori presentato dal vice sindaco Paolo Negri e dal direttore del festival Saul Beretta.

Stiamo parlando di Marco Mezquida, pianista spagnolo di soli 31 anni che ha stregato il pubblico di 4 continenti e ora incantato anche la Brianza!
Il concerto, proposto lunedì sera, in piano solo presso il Centro Sportivo Enzo Bearzot, causa mal tempo, ha testimoniamo l'eccezionalità del suo talento.
Un'esperienza di quasi due ore, durante le quali Mezquida si è esibito con un repertorio di improvvisazioni senza pause, mostrando la vastità senza confini della sua musica, e regalando momenti di grande intensità.

Il foltissimo pubblico non si è lasciato intimidire dalla pioggia e dalle temperature autunnali che già dal pomeriggio hanno costretto gli organizzatori a spostare il concerto da Villa Gaggetti alla Palestra di via Ceregallo dove circa 300 persone sono arrivate per scoprire o riascoltare dopo il successo della sera precedente a Oreno il talento di Menorca ora residente a Barcellona. Si rimane immobili di fronte alla purezza della sua creatività, all'indiscutibile tecnica, al calore e all'entusiasmo latino che coinvolgono il pubblico che accoglie la fine della sua perfomance con un applauso vigoroso di oltre tre minuti cui il "nostro" si congede regalando numerosi bis.

Gli appuntamenti di Suoni Mobili non sono ancora finiti, fino al 4 agosto ogni sera un concerto inedito e un luogo da scoprire.


Per qualsiasi informazione visitate il sito www.suonimobili.it
#musicamorfosi #suonimobili

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco