Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 198.940.303
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 02/04/19

Lecco: V.Sora: 120 µg/mc
Merate: 115 µg/mc
Valmadrera: 124 µg/mc
Colico: 118 µg/mc
Moggio: 121 µg/mc
Scritto Venerdì 27 luglio 2018 alle 08:24

Casatenovo: il sindaco apre il consiglio con un intervento su Vismara e la sua crisi. ''Massimo supporto a tutti i lavoratori''

Ha voluto aprire il consiglio comunale di giovedì sera con una comunicazione ai colleghi relativamente alla difficile situazione che sta caratterizzando il gruppo Ferrarini e dunque la Vismara, il sindaco di Casatenovo Filippo Galbiati.
A seguito della nota diffusa nelle scorse ore dalle sigle sindacali - nella quale viene espressa forte preoccupazione per il futuro aziendale e il mantenimento dei livelli occupazionali - l'amministratore ha rivelato di essere stato contattato già da diverse settimane dai referenti provinciali di Cgil, Cisl e Uil e dalla RSU dello stabilimento di Cascina Sant'Anna: ''confrontandomi con loro ho riportato poi alle proprietà le serie preoccupazioni dei lavoratori e dell'amministrazione stessa. L'ho fatto riservatamente come da richiesta dei rappresentanti dei lavoratori'' ha detto il primo cittadino. ''Ho informato nelle scorse settimane e in questi ultimi giorni la conferenza capigruppo dell'evolversi della situazione, delle informazioni in mio possesso e dei rapporti intercorsi''.



Come è stato reso noto nelle ultime ore il Gruppo Ferrarini presenta da tempo difficoltà sul piano finanziario, tanto che la proprietà ha formalizzato lo scorso 23 luglio al tribunale di Reggio Emilia una richiesta di concordato preventivo per ''preservare al meglio la continuità aziendale, tutelare i posti di lavoro e gli interessi di clienti e fornitori'' come risulta da un comunicato stampa diramato dalla stessa azienda.
La crisi del gruppo è infatti caratterizzata da un'esposizione finanziaria importante a fronte invece di un aumento dei ricavi anche nel 2017 sul versante produttivo e anche per quel che concerne il polo casatese della Vismara. E' atteso infatti il vertice convocato presso il Ministero dello Sviluppo Economico il prossimo 3 agosto.
''I dipendenti subiscono importanti ritardi nelle retribuzioni dall'aprile scorso e mi hanno rappresentato una seria preoccupazione per il loro futuro, la loro occupazione e le loro famiglie. Mi hanno anticipato la richiesta di un ulteriore incontro per la prossima settimana per il quale estenderò l'invito a partecipare ai capigruppo, perchè il consiglio sia tutto coinvolto e unito'' ha aggiunto Galbiati. ''Esprimiamo congiuntamente e fin da subito tutto il nostro supporto ai lavoratori Vismara garantendo la massima attenzione del Comune e il massimo impegno per quanto di nostra competenza, anche relativamente alle relazioni che intendiamo su questo tema instaurare con Regione Lombardia e Provincia di Lecco, sottoscrittori dell'accordo di programma per la rilocalizzazione dell'azienda''.
Una complessa vicenda urbanistica che, come noto, si è attuata soltanto per metà: a distanza di qualche anno ormai dal trasferimento del polo produttivo dal centro paese, dove era nato e si era sviluppato, a Cascina Sant'Anna di Campofiorenzo, si sta ancora attendendo che Ferrarini presenti il piano integrato di intervento completo della bozza di convenzione per poter dar via alla riqualificazione della zona oggi ancora occupata dai capannoni dismessi dell'azienda. Passaggio già espletato invece dalle altre due proprietà coinvolte nell'operazione: Devero e Immobiliare Casatenovo.
''Esprimiamo anche l'auspicio che la proprietà, come negli intendimenti espressi pubblicamente e forte anche di una capacità sul piano produttivo che negli ultimi anni ha garantito una crescita nel mercato di settore e nei mercati esteri, possa trovare la strada utile per superare le difficoltà derivanti dall'esposizione finanziaria, in un rapporto costruttivo ed aperto con gli enti pubblici la cui priorità, sono certo a tutti i livelli istituzionali, è quella
Il vicesindaco e assessore all'urbanistica Marta Comi e il sindaco
Filippo Galbiati durante il consiglio comunale di giovedì sera
del sostegno all'occupazione, della salvaguardia di aziende e di gruppi che hanno fatto la storia delle nostre terre e delle nostre comunità''
ha proseguito il sindaco casatese. ''Non possiamo e non vogliamo che il Paese si privi progressivamente di asset produttivi strategici, non possiamo arrenderci ad una decrescita che svuota le comunità e sono certo che sarà massimo l'impegno delle istituzioni a tutti i livelli. Proprio in quest'ottica Casatenovo in anni di crisi, ha fatto più di altri territori sforzi importanti, forse non del tutto compresi fino in fondo e di certo ad ora non del tutto ripagati, per il mantenimento nella nostra comunità e in Brianza di un'azienda che ha qualificato la nostra storia. Anche oggi quindi, pur in una crisi seria, non intendiamo desistere dal sostenere la produttività e il lavoro di questo territorio. Anche in questa fase difficile ci è chiesto di continuare a garantire che amministrazione e comunità casatese per quanto nelle loro possibilità e competenze, ma con il massimo impegno, siano a fianco dei lavoratori, delle loro famiglie e della Vismara'' ha concluso Galbiati.
Parole pronunciate alla presenza di un piccolo capannello di lavoratori intervenuti alla seduta, apparsi seriamente preoccupati per il proprio futuro aziendale e in seria difficoltà a seguito della mancata corresponsione degli stipendi, che ormai si ripete da qualche mese. A loro è stata consegnata una copia del comunicato letto durante la seduta, affinchè possano condividerlo con i colleghi.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco