Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 188.627.857
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 05/11/18

Lecco: V.Sora: 43 µg/mc
Merate: 40 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Colico: 28 µg/mc
Moggio: 70 µg/mc
Scritto Martedì 14 agosto 2018 alle 19:27

Casatenovo: demoliti gli edifici industriali dell'ex complesso Mangimi Brianza sulla SP51


L'area ex Mangimi Brianza come appare in questi giorni dalla strada provinciale 51

Un pezzo della storia industriale di Casatenovo è stato abbattuto a colpi di ruspa nei giorni scorsi. Hanno infatti preso il via i lavori di demolizione dell'ex comparto industriale, dismesso ormai da qualche anno, di Mangimi Brianza (Pba srl). Una storica azienda casatese che si affacciava sulla strada provinciale 51, al confine con Campofiorenzo, specializzata nella produzione e nel commercio di mangimi, foraggi e integratori. Nel 2013 l'attività si è trasferita a Bernareggio e per un periodo a Casatenovo erano rimasti alcuni dipendenti impegnati nel settore del commercio e vendita. A poco a poco però, la sede di Via Roma - situata accanto a Pucci Gomme - è stata completamente dismessa, così come il punto vendita aperto nei pressi del birrificio Fabbrica Libera.


Nei giorni scorsi hanno preso il via i lavori di abbattimento di alcuni edifici dell'ex comparto industriale che non sono passati inosservati ai numerosi automobilisti in transito lungo la strada provinciale 51. Ad oggi restano in piedi altre strutture e gli storici ''silos'' che servivano appunto per lo stoccaggio ed il trasporto di cereali e mangimi. Per il momento - come recitano in documenti di avvio del cantiere affissi all'esterno dell'area e confermano dal Comune - l'intervento riguarda esclusivamente la demolizione. Non ci sono ancora progetti approvati per un'eventuale riconversione dell'area. Era stato invece approvato nel 2011 dal consiglio comunale allora presieduto dal sindaco Antonio Colombo un piano di lottizzazione che riguardava l'area limitrofa, al confine con il residence Montecarmelo.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco