Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 188.158.188
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 05/11/18

Lecco: V.Sora: 43 µg/mc
Merate: 40 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Colico: 28 µg/mc
Moggio: 70 µg/mc
Scritto Martedì 11 settembre 2018 alle 08:29

Valaperta: nel suo 25° di ordinazione, il 15 don Marco salirà sul palco per un concerto

Don Marco Rapelli
In occasione del 25° anniversario di ordinazione sacerdotale di don Marco Rapelli, la parrocchia di Valaperta ha organizzato per la serata di sabato 15 settembre una festa all'insegna dell'allegria e della musica all'interno del salone dell'oratorio.
Sarà proprio don Marco ad esibirsi nel corso della sera in un concerto musicale in collaborazione con la Banda dell'Ortica e con Equipaggio Strumentale proponendo brani di Enzo Jannacci e Franco Battiato.
Abbiamo voluto saperne di più sulla passione che lega don Marco alla musica e lo abbiamo intervistato proprio in vista dell'evento del prossimo sabato. Riguardo al canto e al primo approccio con il mondo della musica e poi al ruolo che ha rivestito nel suo percorso don Marco ci ha spiegato: "è una passione che coltivo dall'infanzia, grazie a mio papà che mi faceva ascoltare molta musica, soprattutto classica, e che nel corso degli anni è andata sempre crescendo, fino ad arrivare a costituire questi gruppi musicali. E' chiaro che se ogni giorno o ogni settimana, invece di dire la messa, facessi un concerto, o dedicassi troppo tempo per questa attività, cambierei mestiere o comunque sarebbe meglio facessi altro. Concilio questa passione col mio essere prete in modo molto semplice e positivo: diciamo che uso le canzoni per dire le stesse cose che direi in una normale catechesi".
Il filo conduttore di tutto il concerto saranno invece, le canzoni di ''mostri sacri'' della canzone italiana come Battiato e Jannaci, i quali, a modo loro hanno anche guidato anche il cammino di fede del sacerdote. "Di Jannacci mi è sempre piaciuto il suo modo surreale, misto di ironia e malinconia, col quale ha raccontato storie di personaggi strani, quelli che nel Vangelo sono gli ultimi, i poveri. Mentre la vera colonna sonora della mia vita è sempre stata Battiato perchè la sua produzione musicale affronta tematiche legate al cammino interiore e spirituale. Per me Jannacci è la domanda, e Battiato è la risposta. La crisi esistenziale e sociale dei personaggi raccontati da Jannacci e nella quale possiamo tutti ritrovarci trova la risposta nel cammino interiore che ogni essere umano deve compiere".



Per quanto riguarda invece i compagni con i quali si esibirà sul palco, l'Equipaggio Sperimentale è nato ormai 13 anni fa, quando don Marco incontrò e divenne amico dello storico tastierista di Battiato, Filippo Destrieri al quale, siccome aveva smesso di suonare, propose una collaborazione musicale. La Banda dell'Ortica invece, è nata circa due anni fa e la storia della sua genesi è più lunga e complessa, sebbene il batterista sia di Valaperta e il chitarrista sia lo stesso dell'altro gruppo. Complessivamente, il giudizio sulla sintonia e sul piacere di cantare insieme a questi musicisti è stato descritto con sincero entusiasmo dallo stesso don Marco, il quale ha aggiunto: "mi piace sottolineare che, al di là dell'amicizia che ci unisce, ho voluto che a suonare all'evento fossero tutti musicisti coi fiocchi, proprio per poter fare esibizioni di qualità e di valore, perchè altrimenti sarebbe meglio lasciar perdere".
Oltre alla musica, il tema del percorso sacerdotale sarà l'altro grande protagonista della serata in occasione della ricorrenza dell'anniversario e ricordando la sua esperienza e il suo cammino fin qui raggiunto, è stato il sacerdote stesso a dare un primo
In primo piano don Marco
commento personale circa questo importante traguardo. "Non è stato semplice, sempre in salita, ma è giusto che sia così, e più sali, più vedi nuovi paesaggi. E, del resto, qualunque cammino serio prevede ostacoli e difficoltà, ma se ti è chiara la meta, sai che lo scopo non è quello di arrendersi, ma di superarli. Il prete è un uomo come tutti che non deve dimenticare di essere prima di tutto discepolo di Cristo, come ogni battezzato, con i suoi limiti e i suoi peccati, quindi non sopra gli altri, ma accanto agli altri. Solo così può pian piano e umilmente servire ogni uomo accompagnandolo nel cammino di fede e della vita".
Lo spettacolo di sabato 15 settembre si preannuncia quindi, carico di emozioni sia per chi salirà sul palco ad interpretare le canzoni, sia per chi assisterà al concerto con coinvolgimento, dato che cercare di creare un momento comune di divertimento e gioia è proprio uno degli scopi principali della Parrocchia nei confronti della propria comunità. In realtà però, si tratterà di un'esibizione "sui generis''. "E' il modo col quale la comunità parrocchiale di Valaperta ha deciso di festeggiare il mio 25° anniversario di ordinazione, e ne sono onorato. La cosa divertente però, è che di solito al festeggiato viene offerto uno spettacolo a cui assistere, mentre in quest'occasione è proprio il festeggiato che dovrà salire sul palco per cercare di far cantare e divertire il proprio pubblico" ha concluso don Marco con ironia e umorismo.

Martina Besana
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco