Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 188.627.582
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 05/11/18

Lecco: V.Sora: 43 µg/mc
Merate: 40 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Colico: 28 µg/mc
Moggio: 70 µg/mc
Scritto Martedì 11 settembre 2018 alle 15:11

Barzanò: gemelli francesi ospiti per il fine settimana. E l'anno prossimo ricorre il 30°

E' stato rinnovato anche quest'anno il gemellaggio tra il comune di Barzanò e Mezieres-en-Brenne. Nel corso del fine settimana appena trascorso, una delegazione di abitanti del paese della regione Centre-Val de Loire è giunta in Brianza, partecipando ad attività e momenti conviviali insieme ai cittadini e alle autorità. Presente anche il sindaco Jean Louis Camus.

Foto di gruppo per i barzanesi con i ''gemelli'' di Mézières en Brenne
(CLICCA SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE)

"Sono venuti accompagnati da un gruppo folcloristico con strumenti musicali tradizionali che hanno allietato i momenti trascorsi insieme" ha detto il sindaco di Barzanò, Giancarlo Aldeghi. Il viaggio in Italia per i cugini francesi è iniziato con una gita a Genova, visitata prima di raggiungere Barzanò, venerdì. Il giorno successivo si sono recati a Brescia prima di partecipare, anche con musiche e balli, alla cena a base di polenta, organizzata a Barzanò dall'associazione "Contrada della Roggia - Festa di Sant'Anna" della località di San Feriolo.

Un momento della cerimonia di domenica mattina con le autorità. Al centro i sindaci Giancarlo Aldeghi
e
Jean Louis Camus con l'ex primo cittadino Giuseppe Aldeghi, tra i pionieri del gemellaggio tra Barzanò e Mézières

Domenica, ospiti francesi e non, hanno partecipato alla cerimonia in sala civica alla presenza delle autorità e dei rappresentanti dei comitati di gemellaggio per poi trasferirsi per il pranzo a Cremella. Il tempo di salutarsi e di rinnovare la promessa di vedersi l'anno prossimo per vedersi in occasione del trentesimo anno del gemellaggio tra il comune francese e Barzanò. "Siamo molto soddisfatti per questa iniziativa che testimonia la vitalità del gemellaggio, nonostante i ventinove anni d'età" ha detto il primo cittadino Aldeghi. "E' un testimone che, grazie anche allo scambio tra gli studenti delle scuole elementari dei nostri paesi, si passa da una generazione all'altra".

La riproposizione del gemellaggio tra Barzanò e Mezieres-en-Brenne ha assunto ancora più importanza in questa fase storica perché, come ha detto il sindaco, "è un modo di testimoniare la comune appartenenza di Barzanò e del paese francese a una stessa comunità sovranazionale".

Per la sua maggioranza "è fondamentale ribadire come l'orizzonte debba essere quello europeo, nonostante la diffusione di sentimenti che sembrano andare nella direzione opposta".
A.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco