Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 184.580.734
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 21/09/18

Lecco: V.Sora: 134 µg/mc
Merate: 149 µg/mc
Valmadrera: 155 µg/mc
Colico: 126 µg/mc
Moggio: 121 µg/mc
Scritto Venerdì 14 settembre 2018 alle 15:43

Annone, ponte: a distanza di quasi 2 anni la Lega torna ad interrogare Polano sul crollo

A distanza di quasi due anni dal tragico crollo del cavalcavia di Annone costato la vita al civatese Claudio Bertini, i consiglieri provinciali Stefano Simonetti ed Elena Zambetti (Lega) tornano ad interrogare il presidente Flavio Polano in merito ai drammatici istanti che hanno preceduto il cedimento del manufatto sulla sottostante SS36, ai soggetti competenti per la manutenzione del cavalcavia crollato e la chiusura al transito della Sp 49, ma anche alle comunicazioni intercorse il giorno della tragedia tra la Provincia, l'Anas e la Prefettura.

Il cantiere per la ricostruzione del ponte lungo la SS36

Il documento, già presentato due volte a Villa Locatelli, non era però stato discusso. Il presidente Polano aveva infatti spiegato che - stante lo svolgimento delle indagini da parte della Procura, peraltro ancora in corso -non era possibile fornire delle risposte a parecchi dei quesiti formulati dagli esponenti del Carroccio.
A distanza di svariati mesi, i consiglieri Simonetti e Zambetti hanno deciso di tornare sull'argomento, anche in relazione all'imminente scadenza del secondo mandato del presidente Polano. ''E' un diritto dei consiglieri provinciali presentare delle interrogazioni sui fatti che si verificano nel territorio provinciale. Dopo quasi due anni dal tragico crollo chiediamo risposte e Giustizia" hanno dichiarato i consiglieri Stefano Simonetti ed Elena Zambetti, rilevando che ''i suddetti quesiti non sembrano violare alcun presunto segreto istruttorio tenuto anche conto del tempo intercorso tra i fatti e la data odierna''.



I consiglieri Stefano Simonetti e Flavio Polano

Di seguito il testo completo dell'interrogazione:
INTERROGAZIONE URGENTE AL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA, AL SEGRETARIO-DIRETTORE, AL DIRIGENTE DEL SETTORE VIABILITA’ E AGLI UFFICI  E FUNZIONARI COMPETENTI DELLA PROVINCIA DI LECCO
 
Per conoscenza alla Procura della Repubblica di Lecco
 
     Premesso   
 
A. Che il 28 ottobre 2016 alle ore 13.33 un automobilista avvisava la Polizia stradale di una caduta di calcinacci dal Cavalcavia;
B. Che la Polizia Stradale avvisava l’Anas
C. Che un cantoniere sorvegliante di Anas confermava il distacco dei calcinacci dal cavalcavia sulla SS 36
D. Che Anas disponeva la chiusura di una sola corsia sulla SS36;
E. Che sul posto interveniva una pattuglia della Polizia Stradale;
F. Che Anas afferma di avere chiesto la chiusura del transito veicolare sulla sp49 sul cavalcavia;
G. Che tale richiesta veniva rivolta da Anas agli Uffici ai responsabili dei competenti Uffici della Provincia di Lecco;
H. Che alle ore 17.20, a causa del passaggio di un autoarticolato, il Cavalcavia presente lungo la strada Provinciale 49 in Comune di Annone crollava rovinosamente sopra la SS36 causando un morto e diversi feriti;
I. Che tuttora sono in corso indagini preliminari condotte e coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecco al fine di raccogliere elementi per esercitare l'eventuale azione penale a carico degli indagati;
L. Che durante il “question time” formulato dal consigliere del Gruppo LN FI FDI Stefano Simonetti, nella seduta del consiglio provinciale  del 3 novembre 2016, il Presidente affermava di non avere avuto notizie sulle condizioni del cavalcavia sino alla comunicazione del crollo;
M.Che tale tragico evento ha comportato la morte di un automobilista e diversi feriti;
N. Che i consiglieri Stefano Simonetti, Elena Zambetti, Mattia Micheli e Alfredo Casaletto presentavano un'interrogazione scritta al Presidente della Provincia di Lecco e al Segretario a Generale al fine di ottenere risposta su quesiti specifici;
O. Che il Presidente evitava di rispondere opponendo esigenze connesse al segreto istruttorio connesso allo svolgimento delle indagini preliminari, chiedendo di essere autorizzato a rispondere direttamente al Procuratore Capo - dott. Chiappani della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecco;
P. Che dagli organi di stampa si è appreso che la Procura ha richiesto al GIP del Tribunale di Lecco incidente probatorio;
Q. Che parte della richiamata interrogazione consiliare attiene a fatti che comunque non compromettono e non incidono sullo svolgimento delle indagini condotte dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecco;
 
 Considerato

-Che i consiglieri provinciali hanno diritto d’iniziativa;
-Che i consiglieri provinciali possono presentare interrogazioni e interpellanze; -Che interrogazioni e interpellanze vengono iscritte di norma nella prima seduta successiva alla presentazione;
-Che l’interrogazione è una domanda rivolta al Presidente del consiglio (Presidente della Provincia) per avere informazioni sulla sussistenza o la veridicità di un fatto determinato o per conoscere i motivi e i criteri in base al quale ci si prefigge di operare in merito ad un determinato fatto o intervento. (art.38)
-Che ad essa il Presidente della Provincia fornisce risposta entro 30 giorni (art.39 comma 2)
-Che trascorso detto termine il Presidente fornisce comunque risposta entro i successivi sette giorni (art. 39 comma 3)
-Che ai sensi della Legge 241/90 il consigliere provinciale ha il diritto / dovere di poter esercitare il proprio mandato verificando e controllando il comportamento dell’Ente;
-Che il diniego della iscrizione dell’ODG di consiglio è un atto contrario al regolamento del Consiglio provinciale;
-Che il diniego della risposta al consigliere provinciale, democraticamente eletto, senza un grave e preciso motivo, configurerebbe una violazione della legge sull’accesso agli atti amministrativi;
-Che è interesse dei sottoscritti consiglieri ottenere una risposta in Consiglio prima del termine del mandato dell’attuale Presidente;
 
 
Tutto ciò premesso,  

i consiglieri provinciali, Stefano Simonetti ed Elena Zambetti richiamato il vigente regolamento per il funzionamento del Consiglio Provinciale e richiamata la legge 241/90 e successive modifiche
 
INTERROGANO

il Presidente della Provincia di Lecco - il Segretario-direttore, il Dirigente del settore Viabilità e tutti gli Uffici-funzionari a vario titolo competenti, per ottenere le informazioni relative a tutti i seguenti quesiti:  
1. Qual è il soggetto competente alla manutenzione del Cavalcavia presente lungo la SS 36 crollato;
2. Qual è l'Ente competente a chiudere il transito veicolare lungo la sp 49 in prossimità del Cavalcavia crollato;
3. Quali sono state le comunicazioni e/o segnalazioni scritte, ovvero telefoniche effettuate da Anas alla Provincia di Lecco dal momento della segnalazione del Cantoniere sorvegliante sul distacco dei calcinacci e sino al crollo del cavalcavia;
4. Quali sono state le comunicazioni e/o segnalazioni scritte, ovvero telefoniche indirizzate dalla Provincia ad Anas;
5. Quali sono state le azioni intraprese dalla Provincia di Lecco a partire dalla ricezione della comunicazione del distacco dei calcinacci dal cavalcavia e sino al crollo;
6. Se della comunicazione pervenuta alla Provincia di Lecco dal sorvegliante Anas gli uffici competenti abbiano tempestivamente informato il Presidente e/o il Vice Presidente e/o i consiglieri delegati;
7. Se gli Uffici dell'Amministrazione provinciale hanno prontamente avvisato il Prefetto della Provincia di Lecco e quando;
8. Se Anas ha invitato una richiesta alla Provincia di Lecco, a seguito della comunicazione del cantoniere sorvegliante in ordine al distacco di calcinacci dal cavalcavia presente lungo la SP 49, a chiudere il transito lungo la sp 49 a qualsiasi tipo di veicolo;
9. Se Provincia di Lecco in seguito alla segnalazione del cantoniere Anas ha chiesto ad Anas di chiudere interamente la strada statale 36 e con quali atti.   Tenuto conto che i suddetti quesiti non sembrano violare alcun presunto segreto istruttorio tenuto anche conto del tempo intercorso tra i fatti e la data odierna.
 
Dato atto che spesso i giornali locali e nazionali forniscono informazioni e indiscrezioni sul crollo del sovrappasso di Annone, con buona pace, delle motivazioni esposte dal Presidente e dal Direttore nelle sedute precedenti;
 
Tutto ciò detto, i sottoscritti consiglieri provinciali chiedono:
-L’iscrizione della presente interrogazione nel prossimo Consiglio Provinciale  -Con richiesta di discussione urgente in Consiglio, entro e non oltre il termine del mandato del Presidente
-Con contestuale consegna di risposta scritta;
 
La presente deve intendersi anche formale istanza di accesso agli atti.
La presente viene inviata, per opportuna conoscenza, al Procuratore Capo della Provincia di Lecco.
 
Nell’attesa di un riscontro urgente, nel primo consiglio provinciale utile, ai sensi del regolamento per il funzionamento del Consiglio Provinciale si porgono distinti saluti.
 
Riservato ogni diritto porgiamo i migliori saluti.  

Lecco, 14 SETTEMBRE 2018
 
I Consiglieri provinciali
Stefano Simonetti
Elena Zambetti  

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco