Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 190.048.859
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 25/11/18

Lecco: V.Sora: 50 µg/mc
Merate: 42 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 39 µg/mc
Moggio: 65 µg/mc
Scritto Lunedì 08 ottobre 2018 alle 07:50

Annone, ponte: il cantiere è operativo per i lavori di palificazione, poi posa delle travi

Stanno procedendo a buon ritmo i lavori sul ponte a scavalco della strada statale 36, ad Annone Brianza. Nell'intervento di qualche giorno fa a Lecco l'ingegnere Dino Vurro, responsabile del Coordinamento Territoriale Nord-Ovest di Anas, soggetto attuatore del nuovo impalcato e della procedura, aveva lanciato un messaggio positivo, dichiarando di riuscire a consegnare il ponte secondo i tempi previsti e, probabilmente, addirittura anzitempo.

Un paio di immagini del cantiere sulla superstrada 36 per la ricostruzione del ponte di Annone

Fiducia nell'operato della CO.EST di Moliterno, azienda vincitrice dell'appalto che peraltro in passato ha già avuto occasione di presentare le proprie maestranze al lecchese in occasione della costruzione del tunnel al monte Barro, viene anche dal primo cittadino di Annone, Patrizio Sidoti. ''L'impresa sta procedendo bene. Vedo che i lavori, dopo i problemi legati allo sminamento e la pausa estiva, stanno andando avanti senza sosta. Le opere in subappalto sono state affidate a imprese del nostro territorio che conosciamo già per il loro buon operato".
É facile vedere, percorrendo la strada statale, il cantiere aperto con macchine e operai al lavoro, talvolta anche il sabato. Al momento si sta lavorando alla palificazione sul lato sud, quello prossimo a Cesana Brianza, mentre dall'altra parte, a nord, stanno preparando il terreno per palificare. L'operazione dovrebbe concludersi nell'arco di un mese con le operazioni di muratura. In seguito si procederà con il posizionamento delle travi e dell'impalcato.
Se i lavori stanno procedendo speditamente, l'inchiesta giudiziaria ha avuto negli ultimi giorni un nuovo ''cambio'', con il fascicolo sulla tragedia del 28 ottobre 2016 affidato al sostituto procuratore Andrea Figoni, che lo esaminerà insieme al procuratore capo Antonio Chiappani. Una novità che si è resa necessaria a seguito del trasferimento a Monza di Cinzia Citterio, il pubblico ministero che aveva ereditato il corposo faldone giudiziario da Nicola Preteroti, primo assegnatario del fascicolo che lo scorso anno aveva lasciato Lecco per la Procura di Bergamo.

La complessa inchiesta aveva portato pochi giorni dopo la tragedia ai primi avvisi di garanzia per omicidio colposo nei confronti del dirigente dell'ufficio viabilità della Provincia di Lecco, Angelo Valsecchi, di un tecnico dello stesso ente, Andrea Sesana, e di Giovanni Salvatore, dirigente dell'Anas. Da settembre sono iscritte nel registro degli indagati altre quattro persone, ma gli accertamenti - che si basano anche sulla perizia redatta dal professor Marco Di Prisco del Politecnico di Milano - non sono ancora conclusi.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco