Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 186.254.901
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 13/10/18

Lecco: V.Sora: 83 µg/mc
Merate: 83 µg/mc
Valmadrera: 83 µg/mc
Colico: 74 µg/mc
Moggio: 82 µg/mc
Scritto Mercoledì 10 ottobre 2018 alle 08:34

L'esperienza di AirBnB nella zona casatese, meta di un 'turismo business' ma non solo

Il logo della piattaforma AirBnB
La piattaforma del turismo lowcost AirBnB è arrivata anche nei comuni del casatese: nel territorio della sola Cassago Brianza, sono cinque le stanze disponibili sul famigerato portale di turismo low cost che tante polemiche sta innescando in varie città del mondo. Addirittura le amministrazioni comunali di alcune metropoli europee e non come Amsterdam o New York hanno deciso di intervenire, cercando di regolamentare il fenomeno delle camere di privati messe a disposizione sulla piattaforma. La zona del casatese però, non si è ancora affermata come una meta turistica così ricercata tra i viaggiatori italiani e esteri e AirBnB continua così a essere una valida e economica alternativa alle strutture ricettive più tradizionali. "Dall'inizio dell'anno abbiamo avuto già più di un centinaio di visitatori e visitatrici: sono arrivati russi, francesi, ucraini, polacchi, tedeschi, americani, spagnoli, argentini, peruviani e anche qualche italiano" ha raccontato Laura che a Cassago Brianza gestisce un appartamento, messo sulla piattaforma dalla figlia. "Lei vive all'estero e conosceva AirBnB già da un po' di tempo. Una volta è tornata e ci ha parlato di questa possibilità: non volevamo più il solito affitto e abbiamo accettato la sua proposta". E hanno fatto bene, almeno leggendo le tante recensioni positive lasciate dai visitatori e liberamente leggibili su AirBnB. "Abbiamo soggiornato 4 giorni e ci siamo trovati benissimo. Posizione comoda per visitare Monza e le località sul lago di Como quali villa Carlotta" ha scritto Graz a maggio, "tutto perfetto in ogni dettaglio" le ha fatto eco il trentino Paluzzo. Commenti positivi anche dagli ospiti stranieri come lo spagnolo Fernando che, a agosto, l'ha definito un bel posto da cui partire "sia per visitare Milano che il lago di Como" o come il polacco Lukas che ha apprezzato molto "le verdure e i frutti direttamente dall'orto della padrona di casa". A quanto pare insomma, Cassago Brianza e l'appartamento di Greta hanno lasciato una buona impressione sugli ospiti che, come ha rivelato Laura, erano "di tutti i tipi, famiglie ma anche ragazzi e ragazze più giovani, dai 35 ai 20 anni". Per loro ha contato il fatto di avere la stazione in paese e di essere vicini, se si dispone di un'auto, ai luoghi più turistici della Lombardia che Laura ha segnalato nel foglietto preparato per gli ospiti con tutte le indicazioni per raggiungere non solo Milano ma anche altre città e attrattive lombarde. L'indipendenza è però, il tratto distintivo dei turisti arrivati a Cassago Brianza a cui Laura lascia anche le indicazioni, se rimangono per più giorni, per buttare e portar fuori l'umido per la raccolta differenziata dei rifiuti. Con tutti loro solo raramente ha avuto dei problemi e anzi, qualche volta, c'è stata anche l'opportunità di far nascere nuove amicizie. "Sicuramente è impegnativo ma per il padrone di casa è una soluzione alternativa all'affitto" ha detto Laura che, oltre a preparare asciugamano e lenzuola puliti, lascia sempre per gli ospiti qualcosa per la colazione o una bottiglietta d'acqua o il thè. "E' un modo per dare loro il miglior benvenuto".
Quella di Cassago chiaramente è soltanto una delle opportunità offerte da AirBnB, mentre nel territorio casatese ci sono molte altre strutture ricettive (agriturismi, alberghi e bed and breakfast) disponibili sulle piattaforme online.



Sia per i turisti di AirBnB sia per quelli delle strutture ricettive più classiche presenti sul territorio come il Reds Hotel a Barzanò della famiglia Redaelli che gestisce da generazioni anche l'Albergo ristorante Redaelli in centro al paese, ci sono ancora tanti passi da fare per rendere ancora più attrattivi i paesi della zona del casatese e della Brianza. "Dovrebbero essere rafforzati i servizi offerti nella zona, a partire dai trasporti pubblici fino a arrivare alla promozione di eventi sportivi e culturali" ha detto Valeria Redaelli che gestisce il Reds Hotel fin dalla sua apertura nel 2011. "Durante la stagione invernale e autunnale, grazie alle tante aziende presenti sul territorio, prevale il business tourism con persone, singole o in piccoli gruppi, che arrivano, soprattutto per lavoro, da paesi come Germania, Francia, Inghilterra e restano solitamente da lunedì a giovedì" ha spiegato, aggiungendo come invece, nei mesi estivi prevalga "quello leisure per cui arrivano soprattutto famiglie e o gruppi da Nord Europa in macchina, per poi girare la zona in auto. Si tratta soprattutto di coppie, famiglie o gruppi di amici a cui suggeriamo itinerari alla scoperta del nostro territorio".

I DATI DELLA PROVINCIA DI LECCO
Luigi Comi, consigliere provinciale
Nonostante i i turisti del Reds Hotel e di altre strutture simili della zona abbiano desideri e aspettative un po' diversi da quelli che scelgono AirBnB, entrambi i gruppi testimoniano la vitalità del settore turistico in provincia di Lecco. Non solo, ca va sans dire, nella zona e nei paesi del lago ma anche nelle località del casatese, e più in generale della Brianza. "Anche se è una zona ancora prevalentemente manifatturiera, il settore turistico ha delle notevoli potenzialità nell'area" ha detto il consigliere provinciale con delega al turismo Luigi Comi. A confermarlo sono i dati forniti dal Servizio Turismo della Provincia di Lecco, secondo cui tra la fine del 2017 e l'agosto 2018 le strutture ricettive in Brianza sono cresciute da 121 a 137 a cui è da aggiungere "l'offerta ricettiva extra-alberghiera con l'aumento delle casa vacanze gestite in forma non imprenditoriale".
Per rispondere ai numeri in crescita dei turisti, provenienti soprattutto da Germania, Francia, Svizzera, Regno Unito, Stati Uniti, Spagna e Stati Uniti, il consigliere Comi è convinto che si debba rafforzare il coordinamento degli enti che si occupano di questo settore e che si possa investire per favorire gli eventi culturali o i cammini e i percorsi che rafforzano l'appeal della Brianza in generale, e del Casatese in particolare. "Le risorse del turismo sono importanti per gli enti locali e le problematiche del settore sono comuni a tanti enti" ha detto. "Fare rete e mettersi insieme, sacrificando lo spirito campanilista per valorizzare l'intero territorio" è la ricetta che può andare a vantaggio dei turisti di tutte le tipologie, dagli hotel ai bread and breakfast, passando per AirBnB.

L'INDAGINE DEL SOLE 24 ORE
Affittare un posto letto, una camera o un intero appartamento: è quanto permette di fare la piattaforma AirBnB che sta piacendo sempre più anche ai lecchesi, soprattutto a quelli che vivono o hanno delle proprietà nei paesi affacciati sul lago. Tradizionali mete turistiche, queste località vedono un gran numero di alloggi disponibili sulla piattaforma. Al primo posto si colloca Varenna, la Perla del lago di Como, con più di sessantacinque posti letto ogni cento abitanti disponibili su AirBnB, seguita dal vicino Perledo, con quasi cinquantotto posti letto ogni cento abitanti sulla piattaforma, mentre al terzo posto si colloca Morterone, con ventotto posti letto disponibili su AirBnB. Sono questi i risultati, pubblicati dal Sole24Ore, della ricerca dell'associazione di categoria FederAlberghi che, in occasione dell'undicesimo anniversario della piattaforma, ha voluto criticare fortemente la piattaforma, basandosi sui dati messi a disposizione dalla stessa. Non è vero che l'offerta su AirBnB sia solo occasionale così come non è vero che l'offerta di spazi sulla piattaforma si rafforza e prospera, laddove è debole l'offerta turistica tradizionale, sono le due tesi che FederAlberghi ha cercato di dimostare dati alla mano. Non è un caso quindi, se siano proprio Varenna e Perledo a guidare la classifica dei paesi con più posti letto presenti sulla piattaforma. Il caso di Laura a Cassago Brianza sembra essere quindi più un'eccezione che conferma la regola piuttosto che la prima avvisaglia di una nuova tendenza. Secondo l'infodata del Sole24Ore infatti, in nessun comune del Casatese e dell'Oggionese il numero di posti letto su AirBnB supera la media nazionale di 1, 98 di posti letto disponibili ogni cento abitanti. I comuni che più si avvicinano al valore medio del numero di posti letto su AirBnB nei comuni italiani sono solo la vicina Montevecchia (1,90 posti letto ogni cento abitanti) nel meratese e Annone Brianza (1,42 posti letto ogni cento abitanti). Nel resto dei comuni dell'area invece, i valori restano ampiamente sotto la media nazionale.

A.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco