Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 190.049.084
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 25/11/18

Lecco: V.Sora: 50 µg/mc
Merate: 42 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 39 µg/mc
Moggio: 65 µg/mc
Scritto Giovedì 11 ottobre 2018 alle 14:43

Retesalute: 4 comuni chiedono l’annessione di Oggiono, Ello, Nibionno e Sirone. L’Assemblea deliberi entro il 15 dicembre

Un ordine del giorno per impegnare l'assemblea dei soci ad esprimersi a favore dell'ingresso nell'azienda speciale di Oggiono, Ello, Nibionno e Sirone che nei mesi scorsi in sede di consiglio comunale avevano manifestato la volontà di compiere un percorso di adesione a Retesalute.
A presentare questa proposta di ordine del giorno al presidente dell'ASP Alessandro Salvioni sono stati questa mattina gli amministratori di Monticello, Merate, Casatenovo e Olgiate; un documento contenente alcune richieste ben precise elaborate dal sindaco Luca Rigamonti e dagli assessori ai servizi sociali John Patrick Tomalino, Fabio Crippa e Maurizio Maggioni.

Da sinistra Luca Rigamonti (Monticello), John Patrick Tomalino (Merate), Fabio Crippa (Casatenovo) e Maurizio Maggioni (Olgiate)

Facendo riferimento alle delibere consiliari dei comuni oggionesi che nel 2017 si erano espressi favorevolmente all'ingresso in Retesalute, i quattro amministratori chiedono a Salvioni di porre in discussione nel corso della prossima assemblea - da convocare nei primi dieci giorni di novembre - un impegno affinchè si prendano contatti con Oggiono, Ello, Nibionno e Sirone, ''confermando la disponibilità dell'azienda". E con lo stesso ordine del giorno chiedono al CdA di impegnarsi a ''elaborare e a mettere in atto quanto necessario all'adesione dei Comuni citati e a trasmetterlo all'assemblea dei soci entro e non oltre il 15 dicembre 2018''.
Un termine ben preciso quello messo nero su bianco dai quattro Comuni del casatese-meratese che invitano a stringere i tempi per poter valutare ed accogliere l'ingresso delle amministrazioni oggionesi che aderendo a Retesalute potrebbero favorire il piano di rilancio dell'azienda speciale.
Una richiesta chiara e coincisa che punta a dare una sorta di aut-aut al presidente Salvioni rispetto all'allargamento dei confini di Retesalute iniziando dai quattro comuni del circondario oggionese e che non si concilia affatto invece, con la proposta dei nove sindaci del PD che lunedì sera avevano bloccato di fatto con il loro emendamento - votato a maggioranza - lo sviluppo immediato dall'azienda speciale meratese, ''fiore all'occhiello'' per il territorio nell'erogazione dei servizi socio-sanitari.

Di seguito la proposta di ordine del giorno elaborata dai quattro comuni:

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco