Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 202.422.023
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 03/06/19

Lecco: V.Sora: 181 µg/mc
Merate: nd µg/mc
Valmadrera: 183 µg/mc
Colico: nd µg/mc
Moggio: nd µg/mc
Scritto Lunedì 22 ottobre 2018 alle 21:46

A2, 4^ giornata: B&P Autoricambi Costa Masnaga a punteggio pieno


Quarta vittoria consecutiva per la B&P Autoricambi Costa Masnaga, che vince nettamente, 48-75, a Carugate. Un po' di fatica a ingranare nel primo quarto, chiuso in svantaggio (12-10), poi il primo allungo nel secondo parziale (25-35 al 20'). Si soffre a rimbalzo e in attacco manca un po' di ritmo. La terza frazione si mantiene in equilibrio fino al 25': da qui in avanti Basket Costa aumenta l'intensità in difesa e propizia l'allungo decisivo, con un parziale di 21-6 nell'ultimo quarto. Basket Costa a punteggio pieno in classifica: sabato prossimo, tra le mura amiche, arriverà Edelweiss Fassi Albino.


La cronaca


La B&P Autoricambi Costa Masnaga parte con il quintetto Baldelli, Balossi, Rulli, Picotti e Vente. La tripla di Baldelli e dei buoni spunti di Picotti e Rulli lanciano subito le pantere sul 7-4. Complice qualche distrazione di troppo in difesa, sia a tagliafuori che in transizione, oltre che un ritmo offensivo rivedibile, non ci sono le condizioni per allungare. La situazione non cambia con l'avanzare dei minuti: Carosello ne approfitta e prima impatta sull'8-8, per poi chiudere avanti il primo quarto, 12-10. Parziale di 6-0 per Basket Costa ad inizio del secondo parziale, che lascia presagire un'inerzia differente, ma è solamente un lampo. Carosello, infatti, si riporta ancora sotto con il canestro di Diotti e un libero di Molnar. Poi, finalmente, cambia il ritmo offensivo della B&P Autoricambi Costa Masnaga: un libero di Balossi, 8 punti di Martina Spinelli e un gioco da tre punti di Frustaci fruttano il primo allungo per le ospiti, che volano sul 19-27 al 17'. A rimbalzo offensivo Carugate fa la voce grossa (10 per Molnar e 6 per Maffenini già al 20'), ma altri tre punti a testa per Frustaci e Spinelli portano Basket Costa sul +10, 23-33. Due liberi di Vente, da una parte, e di Maffenini, dall'altra, chiudono la seconda frazione, 25-35. Si riparte e il punteggio non si muove più di tanto: una tripla di Longoni porta a +12 Basket Costa 28-40 al 23'. Carosello, però, risponde immediatamente con un 8-0 firmato Diotti, Gambarini, Albano e Maffenini: 36-42 al 25'. Il gioco da tre punti di Vente riporta quasi in doppia cifra il vantaggio di Basket Costa. Maffenini ribatte colpo su colpo, ma anche capitan Longoni non si tira mai indietro quando c'è da lottare, 40-48 al 27'. Tibè diventa un fattore sia a rimbalzo che nella metà campo offensiva e, insieme ancora a Frustaci, fa volare Basket Costa sul 42-54 al 30'. Ad inizio dell'ultimo quarto Basket Costa decide di dare l'accelerata decisiva. Rulli raccoglie rimbalzi e dispensa assist: Picotti da tre e Frustaci con cinque punti, portano il vantaggio sul 46-64. Baldelli e Vente fanno prove d'intesa e Basket Costa scappa sul +20, 46-66 al 36'. Sei punti di Giulia Rulli e un canestro a testa per Discacciati e Tibè portano Basket Costa al massimo vantaggio, +27, 48-75 su cui si conclude il match.


Tabellino

Carosello Carugate - B&P Autoricambi Costa Masnaga 48-75 (12-10; 25-35; 42-54)

B&P Autoricambi Costa Masnaga: Frustaci 13, Rulli 12, Balossi 1, Baldelli 3, Picotti 7, Vente 9, Longoni 5, Spinelli 10, Tibè 13, Discacciati 2.

Rimbalzi: Tibè 8, Frustaci e Picotti 7, Rulli 6
Assist: Baldelli 3, Rulli 2
FG 26/42 (41%); 2P 21/38 (55%); 3P 5/24 (20%); TL 18/28 (64%); RO 12; RD 30; RT 42; ASS 7; PP 13; PR 14


Le interviste

Soddisfatto a fine match coach Gabriele Pirola. Una partita dai due volti: fino al 25' Carugate è rimasta attaccata al match, poi avete confezionato l'allungo decisivo. Sei soddisfatto della vittoria di stasera? "Sì, abbiamo fatto un break nel secondo quarto con un quintetto più giovane, portandocelo dietro fino al 20', per poi allungare a metà del terzo parziale. La vittoria ci lascia soddisfatti, perché abbiamo saputo fare la differenza in alcuni frangenti e tener duro nei momenti più difficili del match: questo ci ha permesso di fare i due allunghi che hanno spezzato la partita".
Frustaci e Spinelli decisamente importanti nel secondo quarto per mettere le basi su un vantaggio intorno ai 6-8 punti che è stato conservato fino al parziale decisivo da metà terzo quarto in poi. Sei contento della loro prestazione? "Sono state decisive nel secondo quarto: Sofia per punti e difesa, Martina per intensità. A Spinelli ho chiesto di lavorare sia da esterna che da interna: deve mettere a posto un paio di aspetti tecnici su cui stiamo lavorando, ma il cammino che è stato tracciato è molto buono".
A rimbalzo difensivo avete subito nella prima parte del match: avevamo proprio detto che una delle chiavi per avere la meglio era il controllo dei tabelloni. "A rimbalzo abbiamo sofferto un po' l'intensità di Carugate e anche sulle ripartenze ci hanno creato qualche grattacapo, però tutto sommato non abbiamo mai perso in modo netto il controllo".
Una menzione per Angelica Tibè, che stasera ha fatto davvero bene. "Angy ha avuto un po' di passaggi a vuoto nei primi 20', mentre negli ultimi due parziali è stata più concreta e ci ha dato tante sicurezze. È questo che deve imparare a darci con maggiore continuità".
Quattro vittorie nei primi quattro match: su cosa bisogna migliorare adesso? "Dobbiamo sicuramente migliorare ancora sulla transizione e sul mantenere un livello medio di difesa più intenso, continuando a fare dei break che, come oggi, ci possono far vincere le partite. Il dato statistico interessante è che abbiamo avuto 47 punti dalla panchina: considerando chi c'era in quintetto, significa che abbiamo un equilibrio che si può spostare in diversi ruoli e su diverse giocatrici a seconda della partita ed è un ottimo segnale".

Contenta anche capitan Michela Longoni: "A fare la differenza è stato il cambio di atteggiamento in difesa di ognuna di noi e abbiamo aumentato il ritmo con diversi contropiedi. Carugate ha rotazioni un po' corte e, a lungo andare, hanno fatto fatica a tenere il nostro ritmo. Sinceramente non mi aspettavo quattro vittorie di fila, ma ognuno di noi sta cercando di portare il proprio pezzettino: così, insieme, stiamo ottenendo questi risultati".


Il cambio di ritmo in difesa è stato fondamentale anche per Sofia Frustaci: "Ritrovarci in difesa è stata una chiave importante per poter giocare poi in modo più sciolto e deciso in attacco"'. Soddisfazione anche per Liga Vente, alla seconda gara dal rientro dopo l'infortunio: "È una bella sensazione tornare in campo e dare una mano alle mie compagne. Guardare le prime due partite da fuori è stata dura. Bene le quattro vittorie di fila, ma nessuna è arrivata con facilità viste le assenze e gli infortuni di tante ragazze. Pensiamo una partita alla volta, cercando di mettere in campo quello che abbiamo preparato in settimana: i risultati positivi sono solo una conseguenza di tutto questo lavoro. Non possiamo fermarci: dobbiamo continuare a lavorare e migliorare come squadra, siamo solo all'inizio del campionato".

Ph: Ferruccio Colombo
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco