Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 199.037.581
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 02/04/19

Lecco: V.Sora: 120 µg/mc
Merate: 115 µg/mc
Valmadrera: 124 µg/mc
Colico: 118 µg/mc
Moggio: 121 µg/mc
Scritto Martedì 23 ottobre 2018 alle 16:22

Costa: in consiglio il Sindaco relaziona sul comparto ex RSI in risposta alla minoranza

Discussa nel consiglio comunale di Costa Masnaga l'interpellanza presentata dal gruppo di minoranza relativa alla situazione dell'ex Rsi e, in particolare, al numero di dipendenti che lavorano all'interno dei capannoni e ai licenziamenti avvenuti qualche mese fa.

Al centro il sindaco Sabina Panzeri

Una convenzione stipulata tra il comune e l'acquirente dell'area, volta a favorire il rilancio del comparto, prevedeva l'eliminazione, all'interno del Piano di governo del territorio (Pgt), del vincolo ferroviario (la norma "F" prevedeva il mantenimento della produzione legata all'industria ferroviaria) e, da parte dell'azienda, la garanzia di ricollocazione degli ex dipendenti della Rsi per un totale di 78 persone, assunte con scaglione temporale. Tale accordo si è di fatto estinto il 31 dicembre 2017, liberando l'azienda da ogni vincolo prescritto dall'amministrazione comunale. A distanza di sei mesi, e dunque lo scorso giugno, a tre dipendenti non è stato più rinnovato il contratto a tempo determinato. Proprio partendo da questo fatto, il gruppo ha chiesto chiarimenti.
Il sindaco Sabina Panzeri, nel fornire una risposta al gruppo consigliare Costa2014, non è entrata nel merito delle relazioni tra l'impresa e i lavoratori, ma ha tenuto a precisare alcuni punti. "Ho contezza solo della delibera di consiglio: la convenzione è scaduta il 31 dicembre dello scorso anno e, in virtù del decadimento di questo accordo, non abbiamo più voce in capitolo sull'azienda, che ha rispettato quanto richiesto dall'amministrazione. Nella convezione si faceva riferimento al fatto che la ditta avrebbe potuto dare continuità se il lavoro fosse stato svolto in modo adeguato e continuato. Se, per contro, l'impresa avesse ritenuto che non erano presenti lavoratori con le competenze specifiche di cui aveva necessità, avrebbe potuto tagliare anche prima i rapporti. Posso affermare con certezza che tutti gli ex dipendenti Rsi, di cui 15 residenti a Costa, sono stati contattati per una proposta di lavoro. Alcuni avevano trovato un altro impiego, altri si erano trasferiti, altri ancora hanno rifiutato, ma coloro che hanno accolto la proposta sono stati assunti e talvolta, lavorando per altre società, non si trovano sempre a Costa, ma sono al lavoro in altri territori".



L'ex area RSI

Quanto al caso specifico dei tre lavoratori a cui non è stato rinnovato il contratto, non ha commentato la libera scelta del privato ma ha riportato i fatti di cui era a conoscenza. "In riferimento al licenziamento di tre persone, ero stata avvisata a marzo dall'azienda che a giugno a questi dipendenti non avrebbero più avuto il rinnovo del contratto di lavoro, fatto che è avvenuto a sei mesi di distanza dalla scadenza della convenzione. Inoltre, questi dipendenti non sono mai venuti in comune a riportare alcun tipo di problema" ha aggiunto la sindaca che ha poi riferito una novità sull'area in questione. ''Vi informo che a breve partiranno i lavori di trasferimento degli uffici. Se le aziende decidono di riqualificare parte importante dei lotti, lo fanno per investire all'interno del comparto''.
Articoli correlati:
28.07.2018 - Costa: ex Rsi, chiusa la convenzione del Comune con le imprese. Sono finiti i vincoli
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco