Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 200.933.337
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 04/05/19

Lecco: V.Sora: 101 µg/mc
Merate: 93 µg/mc
Valmadrera: 92 µg/mc
Colico: 88 µg/mc
Moggio: 106 µg/mc
Scritto Mercoledì 24 ottobre 2018 alle 19:17

Casatenovo,Vismara: 2°incontro al MISE in attesa di piano industriale e eventuali partner

Anche quello andato in scena quest'oggi al Ministero dello Sviluppo Economico è stato un incontro interlocutorio in attesa del deposito del piano industriale che sarà determinante per stabilire il destino del salumificio Vismara di Casatenovo e più in generale del gruppo Ferrarini.
A Roma tutte le parti coinvolte nella crisi che dalla scorsa estate sta interessando i tre stabilimenti e di conseguenza i lavoratori, hanno fatto il punto della situazione su questi mesi, focalizzandosi soprattutto sull'andamento della produzione, sulle difficoltà riscontrate a livello di flussi di cassa e di gestione dell'ammortizzatore sociale e sulle prospettive di rilancio del gruppo alimentare, che come noto sul finire del mese di luglio ha chiesto l'ammissione al concordato preventivo in continuità.
Un vertice, quello odierno, che ha fatto seguito all'incontro svoltosi ieri a Reggio Emilia alla presenza dei sindacati, dei commissari e dei rappresentanti dell'azienda, durante il quale erano state affrontate singolarmente le difficoltà dei tre siti produttivi: quello di Casatenovo riconducibile al marchio Vismara e i due stabilimenti Ferrarini di Reggio Emilia e di Lesignano de' Bagni.

Immagine di repertorio di un presidio di lavoratori all'esterno del salumificio Vismara di Casatenovo

Per quel che riguarda la situazione del salumificio con sede a Cascina Sant'Anna di Campofiorenzo, la situazione resta più o meno la stessa: le maggiori criticità si riscontrano nei reparti di salame e mortadella, che viaggiano un po' a rilento, mentre le linee di affettatura sembrano aver recuperato bene. La richiesta che hanno avanzato le sigle sindacali e che sarà ribadita ancora una volta nell'incontro in programma mercoledì pomeriggio a Casatenovo con il commissario, dottor Franco Cadoppi, riguarda l'utilizzo della cassa integrazione, che necessita allo stato attuale di maggiore equilibrio in modo da non penalizzare una parte di dipendenti, assicurandosi invece che possa essere gestita sempre ''a rotazione''. Gli stipendi dei mesi di agosto e settembre invece, sono stati puntualmente corrisposti secondo le tempistiche stabilite, mentre restano congelati quelli di maggio, giunto e parte di luglio, precedenti all'avvio della procedura concorsuale.
Per quanto riguarda il piano industriale, l'ipotesi emersa anche nel corso dell'incontro di quest'oggi è che possa essere depositato entro il 20-25 novembre, ovvero nei termini dei centoventi giorni concessi a fine luglio dal tribunale di Reggio Emilia, nell'accogliere la richiesta avanzata dalla proprietà sia per Ferrarini, sia per Vismara. ''I commissari ci hanno assicurato che i consulenti ai quali è stato assegnato l'incarico di stendere il piano, ci stanno lavorando alacremente'' ci ha detto Massimo Sala di Flai Cgil, recatosi a Roma insieme al collega Enzo Mesagna di Fai Cisl. ''Nel corso del prossimo incontro ci si confronterà sui contenuti della proposta, dalla quale poi dipenderà l'ammissione o meno al concordato''.
Per quanto riguarda infine gli eventuali partner che potrebbero contribuire a rilanciare le sorti del gruppo alimentare, pur in assenza di proposte concrete, anche nell'incontro odierno è emerso l'interesse di alcuni fondi di investimento e di un paio di gruppi industriali italiani e stranieri. Non resta quindi che attendere l'evolversi degli eventi per capire se queste ipotesi potranno acquisire o meno concretezza, che è poi quello che serve alle due società e ai loro lavoratori.
Articoli correlati:
22.10.2018 - Casatenovo, Vismara: attesa per l'incontro del 24 al MISE. Anche la Società Agricola Ferrarini chiede il concordato
26.09.2018 - Casatenovo, Vismara: ''salta'' l'incontro al MISE. In fase di stesura il piano industriale
13.09.2018 - Casatenovo, Vismara: saldato il salario di agosto, ma restano in sospeso gli arretrati
31.08.2018 - Casatenovo, Vismara: incontro tra i sindacati ed il commissario. Settembre mese decisivo
23.08.2018 - Casatenovo, Vismara: versati altri acconti ai lavoratori, ma si attende una ripartenza
07.08.2018 - Casatenovo, Vismara: versati ai lavoratori i primi due acconti delle mensilità arretrate
03.08.2018 - Casatenovo, Vismara: vertice al MISE per valutare le prospettive del gruppo in crisi
31.07.2018 - Casatenovo, Vismara: accordo per la 'cassa straordinaria' per un anno per tutti i 230 dipendenti dopo il vertice in Regione
31.07.2018 - Cicolo PD Casatenovo-Monticello: solidarietà ai lavoratori Vismara
30.07.2018 - Casatenovo, Vismara: attesa per l'incontro di martedì in Regione. E il 3 vertice al Mise
27.07.2018 - Casatenovo, Vismara: il tribunale di Reggio Emilia nomina un commissario. Si spera nel pagamento degli stipendi arretrati
27.07.2018 - Casatenovo: il sindaco apre il consiglio con un intervento su Vismara e la sua crisi. ''Massimo supporto a tutti i lavoratori''
26.07.2018 - Casatenovo: la ''Vismara'' prenota l'istanza di concordato in continuità. Stipendi arretrati. A rischio 200 posti di lavoro
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco