Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 200.551.525
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 04/05/19

Lecco: V.Sora: 101 µg/mc
Merate: 93 µg/mc
Valmadrera: 92 µg/mc
Colico: 88 µg/mc
Moggio: 106 µg/mc
Scritto Mercoledì 31 ottobre 2018 alle 12:53

Operazione Ronni: la Squadra Mobile eradica un'altra batteria di spacciatori dotata perfino di 'parco auto' per consegne a domicilio

Gli arresti sono scattati nella mattinata di ieri, martedì 30 ottobre: gli uomini della sezione Antidroga della Squadra Mobile della Questura di Lecco hanno fatto irruzione in una serie di appartamenti a Civate, Oggiono, Rogeno e Colle Brianza, dando esecuzione alle ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip del Tribunale di Lecco, su richiesta del sostituto procuratore Cinzia Citterio, titolare dell'attività di indagine fino al suo recente trasferimento a Monza.

VIDEO


All'esito di un lungo periodo di "monitoraggio della situazione" - con cessioni documentate tra il 2016 e l'aprile 2018 - gli uomini del Commissario Capo Danilo Di Laura sono riusciti così a eradicare un'altra consorteria criminale dedita all'immissione di stupefacente sul territorio provinciale, con giro d'affari prevalentemente a Lecco, Molteno, Civate, Annone, Nibionno, Oggiono, Valmadrera, Bosisio Parini e Garbagnate nonché "capatine" anche oltre "confine" e consegne dunque anche nei comuni comaschi. Composta prevalentemente da magrebini, l'organizzazione è stata descritta come "particolarmente mobile", non solo per l'intercambiabilità della persone ma anche per la capacità di spostarsi con facilità di paese in paese, senza dare nell'occhio, riuscendo addirittura a organizzare un sistema di consegne a domicilio sfruttando un vero e proprio parco auto a disposizione degli spacciatori.

"Abbiamo riscontrato un continuo scambio e riciclo di mezzi, spesso intestati a prestanome o prestati da clienti tossicodipendenti in cambio di dosi extra. Spesso le vetture venivano cambiate anche nell'arco della stessa giornata, rendendo i soggetti difficilmente individuabili" ha spiegato il dirigente della Mobile, ricordando come anche questa ulteriore batteria di pusher si servisse dell'ormai noto sistema del call center, con una linea telefonica attiva h.24, 365 giorni l'anno, per ricevere "prenotazioni" e concordare così lo smercio di "palline" di cocaina e eroina. 12.000 i contatti riscontrati tramite l'analisi dei tabulati delle utenze in uso dagli indagati, con 3.000 cessioni documentate in favore di un migliaio di acquirenti, per un incasso presunto stimato in 120.000 euro.

Questi dunque i numeri dell'Operazione, denominata Ronni da soprannome del primo marocchino attenzionato dagli operanti: si tratta di Younes El Kholti, classe 1988, già destinatario di un ordine di carcerazione nell'ambito dell'inchiesta MayDay mai eseguito in quanto irrintracciabile. Ed anche in questa occasione è riuscito a sottrarsi all'arresto. In manette sono finiti invece  i fratelli Lancen El Kholti (classe 1991) e Azdine El Kholti (classe 1964) nonché Mochine El Idaoui (classe 1992). Sottoposti poi all'obbligo di dimora Aziz Chakhssi (classe 1992), Essedik Mehni (classe 1990) e Susan Villa (classe 1991), unica italiana tra i complessivi 9 indagati, compagna di uno dei fermati e protagonista di una serie di consegne documentate dai poliziotti effettuate con un bimbo piccolo al seguito. Proseguono altresì per rintracciare "Ronni" - con ogni probabilità già riparato in Marocco - e gli altri destinatari delle ordinanze emesse da Gip, non ancora eseguite.

Segue approfondimento sul profilo dei consumatori e l'origine dell'attività investigativa
A.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco