Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 188.773.414
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 05/11/18

Lecco: V.Sora: 43 µg/mc
Merate: 40 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Colico: 28 µg/mc
Moggio: 70 µg/mc
Scritto Domenica 04 novembre 2018 alle 09:54

Casatenovo ricorda il 4 Novembre. Alpini e Comune omaggiano le vittime della Guerra

Anche quest'anno il Gruppo Alpini di Casatenovo si è fatto promotore, insieme all'amministrazione comunale, di una cerimonia itinerante in occasione del 4 Novembre, data che segna la fine - cento anni fa esatti - della prima guerra mondiale nel nostro Paese, nonchè la festa dell'unità nazionale e delle forze armate.

Le penne nere casatesi con l'assessore Marta Picchi

Sabato mattina intorno alle ore 9 le penne nere si sono riunite davanti al municipio. Alla presenza dell'assessore alla cultura Marta Picchi - in fascia tricolore - e di un agente di Polizia locale, il gruppo ha posato una corona d'alloro davanti a tutti i monumenti ai caduti presenti sul territorio casatese: dal capoluogo alle frazioni.
Dopo Via Giovenzana e il cimitero di Via Misericordia, sono stati raggiunti i cippi che ricordano il sacrificio dei caduti nei due conflitti mondiali di Via De Gasperi a Campofiorenzo, Via San Gaetano a Rogoredo e di Via Foscolo a Galgiana, per terminare la mattinata a Valaperta, presso la chiesina della Madonna della Neve.

L'iniziativa è proseguita in serata alle ore 19 quando le penne nere si sono riunite davanti al municipio per una breve cerimonia di commemorazione proposta dall'ANA nazionale. Oltre agli alpini casatesi erano presenti i vertici della sezione di Monza e in rappresentanza dell'amministrazione comunale, l'assessore ai servizi sociali, Fabio Crippa. ''Questa cerimonia, voluta dall'Associazione Nazionale Alpini, avviene contemporaneamente negli oltre 4000 comuni d'Italia dove ha sede un Gruppo Alpini. In questo modo, espressione dell'unicità di intenti della nostra associazione, in maniera solenne e al contempo sobria tipica degli alpini, vogliamo fare memoria di tutti i soldati che hanno sacrificato la loro vita per un ideale di Patria che sognavano bella, libera, unita e in pace. Questo per non dimenticare" ha detto il capogruppo Dino Pirovano, che per cause di forza maggiore non aveva potuto prendere parte alla cerimonia itinerante della mattina, così come il cerimoniere e portavoce cav.Giovanni Beretta.

Entrambi hanno sostenuto - seppur a distanza - l'iniziativa, manifestando la propria vicinanza a tutti i colleghi, ''guidati'' per l'occasione dal vice capogruppo Uberto Villa.
All'alzabandiera hanno fatto seguito la deposizione di una corona, la lettura del messaggio del presidente nazionale Sebastiano Favero e della preghiera dell'alpino.

Un paio di immagini delle iniziative di sabato sera

Alle ore 21 infine in sala consigliare lettura di lettere di un soldato, poesie e una relazione sulla grande Guerra a cura dell'alpino Armando Roggeri, per un'iniziativa proposta in collaborazione con l'Università per tutte le età e l'amministrazione comunale.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco