Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 188.577.731
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 05/11/18

Lecco: V.Sora: 43 µg/mc
Merate: 40 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Colico: 28 µg/mc
Moggio: 70 µg/mc
Scritto Mercoledì 07 novembre 2018 alle 20:37

Missaglia: l'Arma 'sale in cattedra' per dare consigli su come difendersi da truffe e furti

Una lezione in piena regola per far capire ai missagliesi come difendersi da furti e tentativi di truffe che spesso accadono anche nel nostro territorio, soprattutto in questo periodo pre-natalizio. Un rischio al quale sono maggiormente esposti proprio gli anziani, spesso presi di mira poichè ritenuti soggetti deboli e quindi facili prede della micro-criminalità, che fa leva proprio sulla loro buona fede e sull'incondizionata fiducia che ripongono nel prossimo.

Alcune immagini dell'incontro svoltosi a Missaglia

A salire in cattedra questo pomeriggio a Palazzina Teodolinda di Missaglia davanti ad una ventina di cittadini, sono stati i carabinieri della stazione di Casatenovo: il neo sottotenente Michele Gerolin, comandante, e il suo vice, maresciallo Christian Cucciniello che affiancati dall'agente di polizia locale Federico Riva hanno dispensato consigli pratici e preziose indicazioni per difendersi da ladri, falsi addetti della rete idrica, del gas, ma anche da soggetti che si spacciano per esponenti delle forze dell'ordine, il cui unico scopo è invece quello di entrare in possesso di denaro o di oggetti di valore dalle abitazioni delle vittime.

Da sinistra il maresciallo Cucciniello, il sottotenente Gerolin, il sindaco Crippa e l'agente di PL Riva


''Anche il nostro territorio, a seconda dei periodi, è interessato purtroppo da questi fenomeni e per questa ragione ritengo necessario cercare una rete di collaborazione'' ha introdotto il sindaco Bruno Crippa, presente all'incontro con gli altri membri della giunta. ''Quando si finisce nella rete dei malviventi si resta mortificati e proprio per questo motivo ritengo che la prevenzione sia necessaria. Non abbiamo bisogno di ronde, non tocca a noi difenderci con la forza: dobbiamo soltanto fare quello che ci compete, creando soprattutto un tessuto di solidarietà che possa essere utile a tutti. Da parte nostra in questi anni abbiamo investito molto sul potenziamento del sistema di videosorveglianza, che anche a detta delle forze dell'ordine funziona bene e si dimostra sempre efficace'' ha aggiunto il primo cittadino, auspicando che tramite il controllo di vicinato si possa riuscire a creare un tessuto di solidarietà, come avveniva un tempo nelle vecchie corti.

Spazio dunque agli esponenti dell'Arma, a cominciare dal sottotenente Gerolin che ha riproposto il leit motiv coniato una decina di anni fa quando guidava la stazione briviese, vale a dire ''aiutateci ad aiutarvi'', spiegando quanto sia importante poter contare sulla collaborazione del cittadino e sulla rete di conoscenze instaurate nel territorio in cui si opera. Ammettendo come i comuni - Missaglia in particolare - abbiano fatto ''passi da gigante'' negli ultimi anni in fatto di tecnologia, e più precisamente nella videosorveglianza, utilissimo strumento soprattutto in fase di indagini, il comandante della stazione di Casatenovo ha poi dispensato consigli per cercare di prevenire i furti in abitazione, ''mettendo in difficoltà il lavoro dei ladri''. Non tenere soldi contanti in casa, o gioielli o oggetti di valore in vista e adottare piccoli accorgimenti a tutela delle proprietà: ad esempio chiudere sempre porte, imposte e tapparelle quando si esce, anche per brevi commissioni. ''Non reagite, evitate gesti impulsivi perchè la situazione potrebbe degenerare pericolosamente'' ha proseguito Gerolin, invitando a ''giocare d'anticipo'' grazie ad alcune piccole cautele da mettere in campo, allertando subito - in caso di furti subiti - il 112.

Il maresciallo Cucciniello invece ha cercato di mettere in guardia il pubblico dagli sconosciuti, invitando a dubitare sempre di chi non si conosce direttamente, a chiedere l'aiuto o l'intervento di familiari e più in generale, a non aprire mai la porta senza delle garanzie concrete. Sviscerato insieme all'agente Federico Riva anche il tema dei contratti proposti via telefono, delle vendite ''porta a porta'' che spesso viaggiano ''al limite delle legalità'', ma anche delle truffe ''dello specchietto'' e ''della frutta''. Insomma, la fantasia dei malviventi si è fatta sempre più grande, e per questo è necessario attuare una ''difesa positiva''.
L'incontro si è chiuso con le domande poste ai relatori da parte del pubblico intervenuto all'interessante - e soprattutto utile - pomeriggio.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco